di Alessandra Hropich scrittrice per Bibliotheka Edizioni

“La verità è che più si osserva il comportamento degli esseri umani, più si finisce per ammettere che la stragrande maggioranza di essi è formata da dormienti che vogliono continuare a dormire, che non provano alcuna gratitudine verso coloro che li vogliono svegliare arrivando a nutrire persino odio per costoro mentre applaudono i malvagi che addormentatofavoriscono i loro sogni e il loro sognare. Per le poche persone sveglie si pone il problema di cosa fare in questo contesto di sonno generalizzato e di rancore verso ogni voce fuori dal coro? La persona infastidita ritorna a dormire nessuno può essere costretto ad essere virtuoso o a cercare la verità delle cose a tutti i costi. quello che è certo è che la persona desta si troverà sempre esposta agli urti dei dormienti e alle loro aggressioni. La storia ci racconta di saggi che sono stati crocifissi da moltitudini che volevano continuare a vivere nelle tenebre”.

Questa, la sintesi di un articolo letto su un giornale. Non solo confermo tutto come se lo avessi scritto io perché la nostra società è composta davvero da un esercito di addormentati perenni. in ogni ambiente se ne trovano e guai a dir loro che sbagliano, preferiscono odiare chi tenta di svegliarli.

Una semplice assemblea di condominio o qualunque ambiente di lavoro o gruppo di qualsiasi tipo è composto da dormienti. quando si incontra qualche voce fuori dal coro, subito ci si accorge che, quella voce urla spesso invano. È pur vero che nessuno è disposto a lavorare su sé stesso se non avverte una profonda esigenza interiore. Perché mai i tantissimi dormienti dovrebbero mettere in discussione la loro vita analizzando quello che non va? Per questo, chi vuole restare addormentato vuole poche domande e tante risposte certe e definitive nella vita. Mentre, chi è sveglio, si porrà sempre tante domande. ma l’essere svegli e dubbiosi appartiene alle persone intelligenti.Mentre, alle altre, non resta che augurare buon sonno!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here