IVREA – Mercoledì 27 gennaio, dalle 11 alle 14, nell’Auditorium ‘Falcone e Borsellino’ il Liceo scientifico ‘A. Gramsci’ di Ivrea celebra la Giornata della Memoria.

Quest’anno sarà dedicata a un’ulteriore figura di vittima, da tempo oggetto di discriminazioni, giorno-memoriapersecuzioni e violenza, sia dentro che fuori il Lager: quella dell’omosessuale.

Il nodo problematico costituito dalla correlazione tra identità e diversità, tra uguaglianza e differenza non riguarda infatti solo il destino tragico del popolo della diaspora, ma anche quello, altrettanto drammatico di altre minoranze, tra cui gli omosessuali. Per poter sopravvivere alle fobie delle società totalitarie e alla violenza delle comunità nazionali in via di formazione, tutti, infatti, al di qua di ogni assimilazione o integrazione, hanno sempre dovuto dissimulare la loro diversità dietro una opportuna quanto apparente identità, e, ciò che è peggio, per essere tollerati, hanno dovuto e debbono ancora purtroppo, affermare la loro identità solo dall’interno della categoria della diversità.

Oltre a tutte le classi quinte del Liceo, alla Giornata partecipano anche la 3A, la 4C e la 4M. Tra gli ospiti, oltre a Mario Beiletti, Presidente dell’Anpi di Ivrea, anche il coreferente gruppo scuole Arcigay di Torino, Andrea Manini.

La parte centrale della Giornata sarà dedicata alla visione del film di Eytan Fox, Lalèkhet ‘al hamàyim, Camminando sull’acqua, del 2004. Questo film riassume e sintetizza le problematiche che intendiamo affrontare nel Giorno della Memoria: il dramma della memoria negli Israeliani, il tentativo di vendetta organizzata dagli stessi ebrei contro i nazisti (ne parla anche John Sacks nel suo saggio An Eye for an eye, Occhio per occhio, del 1993), l’irresolubile tragedia dei rapporti tra Israeliani e Palestinesi e infine il dramma dell’omosessualità, la cui risoluzione, sul piano soggettivo e individuale, viene considerata addirittura dal regista come un esempio di risoluzione e di pacificazione, sul piano storico generale, della tragedia tra Israele e Palestina. Seguirà infine un dibattito con gli studenti.

Subito dopo il film, Mario Francese eseguirà al pianoforte la Träumerei di Robert Schumann, celebre brano in Fa maggiore, tratto dalle Kinderszenen, op. 15, del 1838.

A seguire l’introduzione alla Giornata del prof. Di Giorgi, l’intervento del Presidente dell’Anpi e quello del il coreferente gruppo scuole Arcigay di Torino.

In chiusura, dopo il dibattito, Matilde Ollearo e Ilaria Benedetti eseguiranno al violino uno dei temi più noti tratti dalla colonna sonora che John Williams ha composto per il film del 1994 di Steven Spielberg, Schindler’s List.

 

(A cura del Dipartimento di Storia e Filosofia del Liceo Gramsci di Ivrea)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here