LOCANA – L’Unione Montana Gran Paradiso, con sede in Locana, formata dai comuni di Alpette, Locana, Ribordone e Sparone, è tra i vincitori del bando istituito dalla Fondazione Crt.

I Comuni che si sono aggiudicati il bando sono 69 tra Piemonte e Valle d’Aosta, i quali unione-montana-gran-paradiso-logoriceveranno complessivamente 700mila euro per le attività di Protezione Civile e salvaguardia del territorio. Molti di questi sono stati messi in ginocchio dall’alluvione che ha colpito tra ottobre e novembre del 2014.

“Le risorse assegnate ai Comuni con meno di 3mila abitanti – spiega la Fondazione CRT-Cassa di Risparmio di Torino in una nota – sono destinate agli interventi di tutela del suolo e riassetto idrogeologico: in particolare, opere di messa in sicurezza e mitigazione dei rischi naturali quali, appunto, alluvioni, frane, smottamenti, incendi, ripristino dell’alveo dei corsi d’acqua, difesa e consolidamento dei versanti dei fiumi, azioni di prevenzione degli incendi.”

E spiega, riportando il commento dell’Assessore ai Trasporti, Infrastrutture, Opere Pubbliche e Difesa del Suolo della Regione Piemonte Francesco Balocco: «Come Regione abbiamo manifestato la nostra intenzione di rendere disponibili ulteriori 500.000 euro a supporto del bando della Fondazione CRT per sostenere quei Comuni che, rispettando i requisiti previsti nella programmazione regionale, presenteranno domanda per il finanziamento di interventi di prevenzione del rischio idrogeologico e protezione civile. Questa operazione è un ottimo esempio di come pubblico e privato possano lavorare insieme per raggiungere obiettivi comuni nell’interesse della collettività».

Concludendo: “I fondi regionali, che verranno reperiti da una rimodulazione nell’ambito del Bilancio 2016, consentiranno di “raddoppiare” il contributo dalla Fondazione CRT. Nelle prossime settimane saranno definite le procedure congiunte, nel rispetto delle specifiche autonomie, per l’erogazione dei finanziamenti.”

L’Unione Montana Gran Paradiso utilizzerà il contributo per la sistemazione idrogeologica e monitoraggio del torrente Ribordone e Rio Luat.

Soddisfazione per Silvio Varetto, Presidente dell’ente montano, che commenta: «È il primo bando al quale partecipiamo, possiamo dire che l’anno è iniziato nel migliori dei modi per la nostra comunità e per la sicurezza del nostro territorio, nonché della nostra gente. Continueremo sempre più con forza nello sviluppo e nella sicurezza di queste bellissime Valli.»

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here