CANAVESE – Le nuove tariffe per l’attività di elisoccorso nell’ambito della mobilità sanitaria e le modalità di compartecipazione al costo degli interventi di soccorso in zone impervie decise dalla Giunta regionale, sono in vigore dal 1 gennaio.

Ai non residenti in Piemonte viene richiesto un diritto fisso di chiamata di 120 euro ed un soccorso-alpinocosto al minuto di volo di 120 euro per l’elisoccorso, mentre per l’intervento del Soccorso alpino e si applica un diritto fisso di chiamata per ciascuna squadra di 120 euro, più 50 euro per ogni ora successiva. Per tutti (residenti o non residenti in Piemonte) il costo dell’intervento va corrisposto per intero in caso di chiamata totalmente immotivata o che genera la ricerca di persone disperse a causa di un comportamento irresponsabile. In tal caso la compartecipazione può arrivare fino ad un massimo di 1000 euro, fermo restando la non applicazione in caso di ricovero del paziente. Il rilevamento delle condizioni spetta agli equipaggi intervenuti. Non sono soggette a compartecipazione le spese per il recupero di una salma.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here