TORINO – Gli agenti della Squadra Volante hanno tratto in arresto un marocchino di 30 anni per tentato omicidio, reo di aver aggredito e malmenato la sua convivente.maltrattamenti (Rid)

Al 113 giungeva una segnalazione con le quale si riferiva di urla provenienti da un alloggio di via Don Bosco. Gli agenti della Squadra Volante giunti sul posto, non hanno riscontrato litigi in corso all’indirizzo indicato.

onostante il silenzio, però, gli operatori hanno notato un alloggio con le luci accese nonostante l’ora tarda della notte. Dopo aver bussato più volte, non ricevevano risposta. Tuttavia, hanno insistito, certi della presenza di persone all’interno.

Quando la porta si è aperta, ai loro occhi è apparso un uomo sporco di sangue, la casa a soqquadro e tracce ematiche per terra. L’uomo ha asserito che in casa non vi fossero problemi e che la moglie stava dormendo. Non convinti del racconto dell’uomo, gli agenti sono entrati nell’abitazione e hanno trovato la donna supina sul letto con sangue all’altezza del capo. La vittima, che riportava diverse ferite e le cui condizioni sono apparse subito gravi, versava in uno stato semi-coscienza.

Le indagini, in collaborazione con la Squadra Mobile, hanno accertato che la donna dopo il suo rientro a casa era stata aggredita dall’uomo dopo un diverbio. Dopo averla schiaffeggiata e fatta cadere per terra, il trentenne marocchino, con precedenti per spaccio, ha colpito la vittima alla testa più volte con un bicchiere. La donna veniva trasporta in ospedale in prognosi riservata a causa delle lesioni subite nel corso dell’aggressione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here