ASTI – Nel pomeriggio del 30 dicembre, personale della Questura di Asti e della locale Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni,  ha tratto in arresto la nominata in oggetto colta in flagranza del reato di estorsione.PC DONNA (Rid)

La donna al termine di una relazione sentimentale iniziata su Facebook con un uomo, anch’egli di origine albanese, cittadino italiano, minacciava di rilevare la relazione alla moglie ed ai figli di lui inviando dei video a sfondo sessuale.

Inizialmente la donna si era limitata a chiedere regali costosi per poi arrivare a chiedere 20 mila euro in contanti con il pretesto di dover sostenere gli oneri di una paventata gravidanza, risultata poi inesistente. L’incontro per la consegna di una prima tranche di denaro è avvenuto nella serata del 30 dicembre scorso presso un noto centro commerciale cittadino, alla presenza di numerose persone intente a fare acquisti.

Immediatamente dopo la cessione del denaro (2000 euro), gli Agenti intervenivano fermando la donna in flagranza del reato di estorsione. Nel contesto, veniva sottoposto a sequestrato anche il cellulare  contenente immagini a sfondo sessuale utilizzate dalla donna  per la richiesta estorsiva.

L’arrestata, espletate le formalità di rito, veniva associata presso la casa circondariale di Torino a disposizione della competente Autorità Giudiziaria che ha convalidato l’arresto nel corso della stessa mattinata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here