martedì 22 Giugno 2021
martedì, Giugno 22, 2021
spot_img

BORGARO – M5S: “Nuovo allarme Ambientale”

BORGARO – Un nuovo allarme ambientale per il territorio. A segnalarlo, il Movimento Cinque Stelle: «Ci è giunta notizia che a novembre si è tenuta una Conferenza istruttoria per valutare una domanda di autorizzazione per impianto di recupero rifiuti sito di via Cadorna,

cui il Comune di Borgaro ha partecipato per esprimere le dovute valutazioni di competenza sulla compatibilità urbanistica e territoriale del progetto presentato da una ditta che si occupa del recupero di rifiuti industriali. Siamo in attesa di ricevere dall’Amministrazione copia del verbale ed indicazioni precise della loro volontà – commenta Cinzia Tortola – La domanda che ci poniamo riguarda le intenzioni esplicitate in questo anno da parte dell’amministrazione che parlava di riqualifica di questa area, intenzioni che ad oggi non hanno ancora trovato azioni ( e forse fondi necessari) per interventi risolutivi del degrado presente da molti anni in questa zona di Borgaro.

E’ come se oltrepassato il confine della ferrovia esistesse un’altra città, in cui i servizi essenziali non sempre vengono garantiti. Eppure chi abita lì è non è contribuente delle tasse comunali? E a proposito di degrado, prendiamo anche atto che i lavori della centrale a biomasse sono attualmente in stallo ma ci preoccupano le rassicuranti parole della società che parla di “ sosta per motivi tecnici” nonché le affermazioni del sindaco che parla di “successivi controlli sui fumi”, e vorremmo anche sapere in che modo stanno monitorando i lavori della centrale.

Sono solo parole che andranno in fumo? Non ne abbiamo abbastanza del degrado dell’aria che stiamo respirando e del degrado di certe zone del nostro comune? E infine, perché non coinvolgiamola cittadinanza prima di prendere decisioni che poi ricadono sulla collettività? Questo sarebbe un bell’esempio di democrazia partecipata».

[Best_Wordpress_Gallery id=”1867″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

spot_img
spot_img
spot_img