martedì 22 Giugno 2021
martedì, Giugno 22, 2021
spot_img

BRANDIZZO – Alternativa Civica: “Necessario un intervento all’area protetta del Parco del Po

BRANDIZZO – “L’area protetta del Parco del Po che interessa il territorio brandizzese è una zona di particolare interesse naturalistico con emozionanti paesaggi fluviali, corridoi per la migrazione dell’avifauna.”

Ad affermarlo è il capogruppo di Alternativa Civica Giuseppe Deluca, che afferma di aver ricevuto numerose segnalazioni da parte di cittadini brandizzesi in merito alla situazione dell’area protetta del Parco del Po in fondo alla Strada Comunale di Gassino, adiacente alla ditta Unical, in merito all’impossibilità di attraversamento e transito di pedoni e ciclisti nell’area del ponte ciclopedonale in cemento sullo Sturella.

“Abbiamo verificato tramite un sopralluogo – prosegue Alternativa Civica – che il suolo dell’area protetta è stato manomesso e sbancato con mezzi meccanici, a prima vista, per impedire il passaggio di pedoni e ciclisti con grossi mucchi di ghiaia, terra e pietrisco prelevati dal letto del Po; che poco più avanti lungo il sentiero è stata posta un’altra barriera di ghiaia, terra e pietrisco di chiara ostruzione del passaggio; e, cosa ben più grave, che è rimasta scoperta la spalletta del ponticello in cemento di attraversamento sullo Sturella in area demaniale. Abbiamo constatato il pericolo per pedoni e ciclisti nell’attraversamento di tale area che, ad oggi, risulta impraticabile.”

L’argomento è anche oggetto di un’interrogazione con la quale si chiede che venga effettuato un sopralluogo per verificare la situazione riscontrata; informazioni in merito all’autorizzazione a tale intervento di sbancamento e manomissione del suolo dell’area protetta del Parco del Po e il ripristino dello stato dei luoghi per consentire il passaggio di pedoni e ciclisti, compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili”.

 

[Best_Wordpress_Gallery id=”1841″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

spot_img
spot_img
spot_img