giovedì 6 Maggio 2021

RIVAROLO CANAVESE – Inaugurata l’esposizione dei documenti “napoleonici” di Ivo Giustetti (CON VIDEO)

RIVAROLO CANAVESE – Inaugurata ieri sera, presso la Sala Consiliare del Municipio di Rivarolo Canavese, la mostra “Quando facevamo parte del Departément de la Doire. Il Canavese giacobino e napoleonico nelle carte della collezione di Ivo Giustetti” con documenti dal 1792 al 1815.

 «Il mio intento è far conoscere un Napoleone diverso – spiega Ivo Giustetti – il suo aspetto di grande riformatore, un po’ figlio della Rivoluzione Francese. Ogni lettera esposta ha un significato ben preciso. Rappresenta una riforma.»

Attraverso manifesti, lettere, periodici, ecc. la mostra si propone di ricordare al pubblico l’annessione del Piemonte alla Francia dal 1801 al 1814. Un periodo in cui l’applicazione delle leggi e delle strutture politico amministrative francesi segnò l’introduzione del Regno di Sardegna di “antico regime” di alcune riforme: dall’urbanistica allo sviluppo delle vie di comunicazione, con riflessi sull’economia e sulla cultura. Cambiamenti da una parte “imposti” dal governo francese, ma che incontravano le iniziative della borghesia e dell’aristocrazia “illuminata” che l’assolutismo sabaudo precedentemente aveva soffocato.

Promossa dall’Assessorato alla Cultura e dalla Biblioteca “Domenico Besso Marcheis”, la mostra è realizzata con la collaborazione delle associazioni cittadine Amici del Castello Malgrà, Circolo Filatelico e Numismatico, Associazione Nazionale Alpini – Gruppo di Rivarolo Canavese e UNITRE Rivarolo-Favria-Oglianico. Patrocinano anche alcune realtà di ricerca in ambito storico locale come il C.O.R.S.A.C di Cuorgnè, l’associazione Terra Mia di Castellamonte e la rivista Canaveis.

 GUARDA IL SERVIZIO

 

[Best_Wordpress_Gallery id=”1539″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img