martedì 11 Maggio 2021

CASTELLAMONTE – Arduino 1015 – 2015

CASTELLAMONTE – In occasione del millenario della morte di Arduino marchese d’Ivrea e re d’Italia Venerdì 13 novembre ore 21, presso la Sala Congressi Pietro Martinetti di Castellamonte in Via Educ, avrà luogo una serata dedicata al sovrano “nume tutelare” del Canavese.

L’Associazione Terra Mia, in collaborazione con la città di Castellamonte presenta il libro “I luoghi di Re Arduino tra storia e leggenda” di Franco G. Ferrero Atene del Canavese editore. Sarà presente l’autore a raccontare la guida che conduce il lettore in un viaggio su un itinerario che collega tutti i luoghi che videro Arduino in vita (il Duomo di Ivrea dove fu maledetto, la cattedrale di Pavia dove fu incoronato, la Rocca di Sparone dove resistette all’assedio delle truppe vescovili, l’Abbazia di Fruttuaria a San Benigno, dove si ritirò e morì) e quelli dove ne vennero trasferite le spoglie (Castello di Agliè e Castello di Masino). Il libro non si ferma ai luoghi della storia ma illustra anche i numerosi siti dove rimane una memoria leggendaria del sovrano (il Santuario di Belmonte, Santa Maria di Doblazio e le torri di Pont Canavese, la casaforte di Pertia di Ribordone, i castelli di Valperga, Parella, Pavone, Torre Canavese, Strambino e San Martino Canavese, la casa della Cella di Vestignè, il centro storico di Cuorgnè con la casa di Arduino, le chiese di San Maurizio ad Ivrea, di San Giacomo a Salto di Cuorgnè, di Santa Maddalena a Rivarossa, Front Canavese e Rivarotta, sino alla Consolata, al Borgo Medievale di Torino e al Santuario di Crea). Ripercorrere le tradizioni leggendarie su Arduino aiuterà a scoprire luoghi incantati, ma anche a distinguere tra le numerose invenzioni dei secoli successivi e la realtà storica.

Dopo la presentazione della guida, ci sarà la proiezione integrale del film “Re Arduino Sans Despartir” di Andry Verga (70 minuti), produzione Masterblack. Il film attraversa il Canavese seguendo le tracce di Arduino in antiche chiese e castelli, raccontandone la storia e le avventure guerriere, e ricostruendo in modo fedele i momenti centrali della sua vita, grazie alla partecipazione dei gruppi storici del Patto Arduinico. Alle ricostruzioni storiche e alle riprese, anche aeree, realizzate nei luoghi di Arduino con attrezzature professionali e in alta definizione, si alternano interessanti interviste a storici, studiosi e appassionati, tra i quali vanno ricordati almeno Giuseppe Sergi (Storico, medievista – Università degli studi di Torino), Paolo Buffo (Paleografo, Università degli studi di Torino) e Luigi Bettazzi (Vescovo Emerito di Ivrea).

L’ingresso è libero

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img