domenica 2 Ottobre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

PENSIONI – GOVERNO LAVORA SULLE PENSIONI ANTICIPATE PER LE DONNE

PENSIONI – GOVERNO LAVORA SULLE PENSIONI ANTICIPATE PER LE DONNE. OPZIONE UOMO PER CHI PERDE IL LAVORO; ASSEGNO SOLIDARIETA’

Il Governo lavora all’uscita anticipata delle donne dal lavoro dal 2016 a 62-63 anni con 35 di contributi: si tratta di una nuova opzione donna, spiegano tecnici dell’Esecutivo, che prevedrebbe, invece del ricalcolo contributivo, una riduzione dell’assegno legata alla speranza di vita e pari a circa il 10% per tre anni di anticipo rispetto all’età di vecchiaia. Per i lavoratori che perdono l’occupazione a pochi anni dalla pensione si studia ‘l’opzione uomo’, ovvero la possibilità di accedervi con 3 anni di anticipo rispetto all’età di vecchiaia (66 anni e 7 mesi dal 2016) con un taglio dell’assegno legato non al ricalcolo contributivo, ma all’equità attuariale, cioè al tempo più lungo di percezione dell’assegno. Il Governo sta studiando anche il prestito pensionistico e una sorta di assegno di solidarietà per le situazioni di maggiore disagio.

[Best_Wordpress_Gallery id=”857″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img