venerdì 7 Maggio 2021

SAN DALMAZZO (CN) – SEQUESTRO DROGA: 2 ARRESTI E 21 SEGNALATI

SAN DALMAZZO (CN) – Prosegue senza sosta l’attività di controllo del territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Borgo San Dalmazzo.

In particolare, nell’ambito dell’intensificazione dei servizi svolti in occasione di importante avvenimento che ha attirato in alta Valle Stura numerosi giovani provenienti anche dalle regioni limitrofe, dal 20 al 23 agosto sono stati predisposti nel Comune di Vinadio posti di controllo finalizzati a prevenire lo spaccio ed il consumo di sostanze stupefacenti.
Il dispositivo posto in essere consentiva di intercettare alle porte di Vinadio un furgone condotto da un cittadino senegalese residente a Genova, il quale, dopo attenta perquisizione, veniva trovato in possesso di circa mezzo chilo di sostanza stupefacente (suddiviso tra hashish e marijuana), in parte già appositamente divisa e confezionata, pronta per essere spacciata.

Il senegalese è stato quindi arrestato prima che arrivasse sul luogo della manifestazione, evidentemente per spacciare droga, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed ora è rinchiuso nel carcere di Cuneo.
Durante il “filtraggio” alla circolazione stradale lungo la SS.21 venivano inoltre fermati e denunciati, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente 2 giovani provenienti dal ponente ligure poiché trovati in possesso di complessivi gr. 25 di hashish e gr. 2 di marijuana.
Alla fine dei 4 giorni di intensi e costanti controlli, nel computo del bilancio vanno aggiunti altre 21 persone segnalate quali assuntori di sostanze stupefacenti alla Prefettura di Cuneo poiché trovate ognuna in possesso di modiche quantità di droga, in totale altri gr.12 di hashish e gr.13 di marijuana.
In una seconda operazione, collegata tuttavia alla precedente sempre in tema di contrasto allo spaccio della droga, i carabinieri di Borgo San Dalmazzo hanno tratto in arresto un 30enne italiano residente in Valle Gesso responsabile di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nel corso della perquisizione domiciliare a suo carico infatti venivano rinvenute e sequestrate, all’interno di una serra, completa di aereatori, lampade riscaldanti e fertilizzante, 25 piante di marijuana, alcune già alte più di 70 cm, oltre ad altri 400 grammi della stessa sostanza, già tritata e pronta per essere spacciata.

[Best_Wordpress_Gallery id=”448″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img