sabato 8 Maggio 2021

BRANDIZZO – Alternativa Civica sulle tariffe Tari

BRANDIZZO – Nell’ultimo consiglio comunale l’amministrazione brandizzese ha approvato le nuove tariffe della Tari per l’anno 2015 in vigore in modo retroattivo dal 1° gennaio 2015.

Le nuove tariffe non prevedono aumenti per il 2015 risultando praticamente invariate rispetto a quelle del 2014, che, fa notare Alternativa Civica con una nota inviata ai media “erano già particolarmente elevate; nel 2014, infatti, vi è stato un notevole incremento medio rispetto a quanto pagato nell’anno precedente dai brandizzesi: per le utenze domestiche fino al 16% in più e per le utenze non domestiche fino al 9% in più”.

Il 31 agosto 2015, inoltre, scade il pagamento della terza rata di acconto della Tari.

“L’incremento delle tariffe della Tari negli anni 2013 e 2014 – afferma il capogruppo di Alternativa Civica Giuseppe Deluca – è andato ad incidere negativamente sui precari bilanci familiari e sulle attività a fronte del medesimo servizio e, nel 2014 e 2015, a fronte di una riduzione dello stesso: infatti la raccolta della plastica, che prima veniva effettuata una volta alla settimana, è stata dimezzata, ora viene eseguita una volta ogni quindici giorni; la raccolta dell’organico, che prima veniva effettuata tutto l’anno due volte alla settimana, ora da novembre ad aprile viene eseguita una sola volta alla settimana; la raccolta della carta per i commercianti viene eseguita una volta alla settimana invece di due.

La situazione odierna continua ad essere grave, deve far riflettere e vanno inoltre ricercate delle responsabilità: nei passati due anni i piani finanziari hanno subìto un incremento del 36%, ed in particolare il 21% nel 2013 e il 15% nel 2014”.

Il consigliere comunale di Alternativa Civica Leonardo La Rosa aggiunge: “E’ da tenere presente che la percentuale della raccolta differenziata sta drasticamente diminuendo ogni anno: siamo passati da circa il 72% degli anni dell’inizio della raccolta porta a porta al 60% del 2013 e a poco più del 59% del 2014.

Anche quest’anno, inoltre, è previsto il lavaggio dei contenitori della raccolta differenziata ed in particolare deve essere effettuato un lavaggio dei contenitori dell’organico ed un lavaggio dei contenitori dell’indifferenziato: abbiamo chiesto all’amministrazione di vigilare affinché il lavaggio dei contenitori venga realmente effettuato e non come nel 2013 e nel 2014 quando i contenitori sono stati lavati solo a seguito di nostre interrogazioni e segnalazioni.

Tra le varie raccolte è prevista anche quella delle pile, una volta ogni quindici giorni: abbiamo chiesto all’amministrazione di verificare i contenitori di raccolta pile presenti sul territorio brandizzese che, rispetto agli anni passati, sono nel numero di solo qualche unità, affinché sia un servizio realmente utile ai cittadini e non solo oneroso”.

“I costi di raccolta e trasporto di RSU e di raccolta differenziata – conclude Deluca – sono particolarmente elevati ed incidono sul totale del Piano Finanziario 2015 che è di € 1.583.561 per oltre € 820.000, rispetto a € 770.000 del 2014.

Da anni non condividiamo l’impostazione dei piani finanziari Tari che risultano sempre molto pesanti e a farne le spese sono costantemente i brandizzesi, per questa motivazione il voto di Alternativa Civica è stato contrario.

Nei prossimi anni sarà necessario rivedere nell’insieme la gestione del ciclo dei servizi sui RSU indifferenziati e la gestione del ciclo di raccolta differenziata per cercare un contenimento delle spese e di conseguenza dei costi da addebitare ai brandizzesi e in tal senso ci rendiamo fin da ora disponibili.

Anche sulle nuove tariffe Tari per il 2015 abbiamo votato contro e siamo stati gli unici ad averlo fatto! Alternativa Civica ha detto no! Non condividiamo delle tariffe Tari così elevate!”

[Best_Wordpress_Gallery id=”397″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img