mercoledì 12 Maggio 2021

NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 08:30 DEL 20/08/2015

NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 08:30 – Le notizie dal mondo del 20 agosto 2015 – in flash

ROMA: 2° PARTE INCHIESTA MAFIA CAPITALE. PROCESSO PER 34 PERSONE

MAXIPROCESSO A NOVEMBRE, ACCORPERA’ LE DUE TRANCHE. 59 ALLA SBARRA

È stato disposto, da gip di Roma il processo con rito immediato per 34 persone coinvolte nella seconda tranche dell’inchiesta su Mafia Capitale. Tra le persone coinvolte Massimo Carminati e Salvatore Buzzi, ritenuti i capi del clan, politici locali e imprenditori. Il maxiprocesso, (questo più quello già predisposto), che vedrà alla sbarra 59 persone in totale è fissato al 5 novembre.

 

 

WASHINGTON: AGENTE DI POLIZIA UCCIDE GIOVANE AFROAMERICANO

SALE SUBITO LA TENSIONE

A St. Louis, in Missouri un altro afroamericano è morto in città per mano di un agente. Durante una perquisizione, due uomini si sono dati alla fuga da un ingresso posteriore ed è iniziata una sparatoria con la polizia nella quale è rimasto ucciso uno dei due, il 18enne Mansur Ball-Bey. La tensione è subito salita è la gente è scesa in strada.

IL CAIRO: TRE BOMBE ESPLOSE ALLA SICUREZZA NAZIONALE

ATTO RIVENDICATO DA UN GRUPPO DI BLACK BLOC EGIZIANO

Tre bombe sono esplose ieri mattina nei pressi dei locali della Sicurezza nazionale e di un tribunale, a Shubra El-Khema, a nord del Cairo. Un gruppo black bloc egiziano ha rivendicato sulla sua pagina Facebook “le esplosioni”. Il ministero dell’Interno egiziano parla da parte sua di una autobomba lasciata esplodere da un assalitore poi fuggito in sella a una motocicletta. E conferma il ferimento di sei agenti. Secondo l’emittente Tahrir, i feriti sarebbero almeno 27.

USA: 3 VIGILI DEL FUOCO MORTI E 4 FERITI MENTRE DOMAVANO UN INCENDIO

EVACUATE TWISP, WINTROP E CONCONULLY

Tre Vigili del Fuoco sono morti ed altri quattro sono rimasti feriti ieri sera mentre erano impegnati nel contrastare incendi in corso nello Stato americano di Washington. È accaduto nei pressi di Twisp, nella contea di Okanogan. Almeno uno dei pompieri feriti è in condizioni critiche.Le autorità hanno ordinato evacuazioni a Twisp e nelle vicine Wintrop e Conconully.

 

 

RIMINI: VIOLENTATA TURISTA TEDESCA 19ENNE

TERZO CASO IN POCHI GIORNI. STUPRATORI DIVERSI.

Si indaga su un caso di stupro a Rimini. Sarebbe il terzo in pochi giorni. La vittima è una turista tedesca di 19 anni: la ragazza è stata notata davanti a uno stabilimento balneare all’alba di questa mattina da un passante che ha allertato i militari. La giovane, in stato di semi-incoscienza, è solo riuscita a dire di essere stata stuprata prima di essere soccorsa e trasportata in ospedale per le cure del caso. Violenza confermata da lesioni compatibili.

Un’altra turista, una 20enne milanese, era stata aggredita e violentata in spiaggia all’alba di domenica scorsa, da un uomo che l’aveva trascinata tra le cabine per poi scappare all’arrivo di alcuni passanti. Dello stupratore è anche stato diffuso un identikit.
Nella stessa notte una 24enne riminese, aggredita ancora in spiaggia, era invece riuscita a divincolarsi e a far arrestare l’autore del tentato stupro.

TORINO: OPERATA UNA BIMBA CON UNA TECNICA MAI APPLICATA

LA PICCOLA, CHE NON È STATA RICONOSCIUTA DAI GENITORI, STA BENE

Sta bene Bianca (così è stata “battezzata” dai medici) la bimba venuta alla luce a giugno presso la Neonatologia dell’ospedale Sant’Anna. Appena pochi giorni prima del parto era stata scoperta la sua malformazione, causata da un difetto di saldatura degli archi vertebrali posteriori con conseguente fuoriuscita delle meningi e del midollo spinale. A causa della grave sofferenza midollare, il rischio maggiore in questi casi è quello di una impossibilità o di una grave difficoltà a camminare e di un mancato controllo della vescica, oltre a un corollario di altri possibili sintomi neurologici.

Subito trasferita presso la Rianimazione dell’ospedale Infantile Regina Margherita, la neonata è stata sottoposta a intervento neurochirurgico di riparazione del difetto congenito da parte dell’équipe diretta da Paola Peretta. Restava però da chiudere il grave difetto della cute sovrastante la malformazione. Un problema che, in questi casi, rappresenta il più grave pericolo per la sopravvivenza e la qualità della vita dei piccoli pazienti, compresa la ripresa motoria.

Per questo motivo, il dottor Giovanni Montà della Chirurgia plastica pediatrica, ha deciso di adottare una tecnica mai utilizzata finora in ambito neonatale. Per la copertura del difetto cutaneo sono state applicate delle membrane amniotiche: materiale con caratteristiche rigenerative e antinfiammatorie del tutto particolari, senza rischi di rigetto né necessità di terapie immunosoppressive. Le membrane amniotiche usate in questa tecnica sono estratte da placente raccolte da taglio cesareo e vengono inviate alla Banca dei tessuti di Treviso, che le sottopone ad accurati controlli di laboratorio per poi trattarle e conservarle pronte all’utilizzo. La piccola non è stata riconosciuta dai genitori.

[Best_Wordpress_Gallery id=”371″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img