MONTANARO – Il murale dedicato al partigiano Giuseppe Prono, contestato per il suo esplicito riferimento al comunismo, anche dall’Amministrazione comunale, è stato imbrattato.

“Non sarà il gesto di un infame a cambiare il sentiero del nostro cammino – scrive nella sua pagina Facebook il Comitato Restiamo Sani, promotore del murales – Lamontanaro-murales-imbrattato storia ci insegna che Montanaro ha sempre ospitato infami… Lo sfregio al murale di Giuseppe, così come le demenziali polemiche sollevate dopo la sua realizzazione, sono atti e contingenze che Montanaro ha sempre dovuto ospitare.

I montanaresi sono sempre stati abituati a metterci la faccia ed il cuore, nelle loro azioni… Proprio come fecero quelli che, alcuni anni fa, scesero in piazza per opporsi all’intitolazione di una via ad un infame… Proprio come faceva Giuseppe, che si spese un prima persona per la libertà mentre altri restavano chiusi in casa a nascondersi ed a piagnucolare. Per questo – conclude la nota di Restiamo Sani – è per tanti altri motivi, noi che non ci siamo mai fatti impensierire dai piagnistei e dalle lamentele isteriche degli “ospiti”, non ci faremo intimorire da questo vile gesto che nulla ha a che fare con le radici e con la storia di Montanaro. Presto ritorneremo a ricordare Giuseppe da Partigiano Comunista, proprio come lui avrebbe voluto” .

L’Anpi Montanaro, sulla faccenda, aggiunge: “Il nostro pensiero va alla famiglia di Giuseppe. Con quest’ultimo atto di una gravità inaudita giunto dopo innumerevoli e inutili polemiche. L’ennesimo gesto che alimenta il ricordo doloroso dei parenti, di non aver potuto gioire con lui dei piaceri della vita, perchè Giuseppe scelse con grande coraggio di combattere per la libertà di tutti.”

[Best_Wordpress_Gallery id=”334″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here