di Alessandra Hropich scrittrice per Bibliotheka Edizioni

Cosa significa governare Roma oggi?Sabrina-Alfonsi

Oggi si governa senza risorse. non sono più possibili gli sprechi come un tempo. vi erano costi elevati per gestire persino una casa per anziani che ora è gestita non più da una cooperativa.

 

I cittadini partecipano alle iniziative del Municipio?

Si, i cittadini partecipano sul come spendere i soldi per realizzare un giardino, per esempio. abbiamo acquistato un furgone perché gli anziani possano fruire di alcuni servizi.

 

Cosa fate per la cultura?

Abbiamo i distretti culturali per tutte le attività dai teatri, ai cinema, alle associazioni. Abbiamo il progetto scuole aperte, le scuole chiudono alle 16 e rimettiamo a disposizione della collettività dei beni comuni come gli spazi delle scuole stesse.

 

E per i giovani?

I giovani sono delle risorse. Se Petroselli avesse avuto più tempo, oltre ai centri anziani avrebbe aperto i centri giovani.

 

Cosa chiede lei Presidente ai cittadini?

Il cittadino pretende i servizi ma vorrei collaborazione. Vorrei un’alleanza tra i cittadini e Roma perché io amo Roma. sono contro l’abusivismo commerciale e vorrei ristoranti italiani.

 

Sabrina Alfonsi, privata.

Una mamma di un ragazzo di quindici anni. Una donna che ha il suo lavoro e che si sente più un’amministrativa che una politica. Vado al cinema, al teatro, ho un rifugio vicino Roma e non perdo mai il contatto con la realtà come fanno alcuni politici.

 

Cosa pensa del mio libro quando Il Mostro è il proprio padre?

Noi, come Municipio facciamo campagne contro la violenza. Noi donne non siamo davvero emancipate. Le donne sono poche ovunque. Gli uomini da sempre vengono presi sul serio. La violenza domestica è sempre esistita, prima si taceva, ora se ne parla molto poco. Le donne non piacciono determinate. Uno schiaffo lo si dà ad una donna forte perché non riesci a tenerle testa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here