domenica 16 Maggio 2021
domenica, Maggio 16, 2021
spot_img

GOVERNO – ILLUSTRATO IL PIANO NAZIONALE CONTRO IL RAZZISMO

GOVERNO – ILLUSTRATO IL PIANO NAZIONALE CONTRO IL RAZZISMO. LE LINEE DEL PIANO NELL’AMBITO LAVORO E OCCUPAZIONE

Illustrato il Piano nazionale d’azione contro il razzismo, la xenofobia e l’intolleranza. L’obiettivo principale del piano consiste nell’individuazione delle aree prioritarie su cui focalizzare l’attenzione per promuovere, nel prossimo triennio, azioni specifiche per prevenire e/o rimuovere le discriminazioni. Avvalendosi in primo luogo dell’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), offrendo un supporto alle politiche nazionali e locali in materia di prevenzione e contrasto al razzismo, alla xenofobia e all’intolleranza, nel rispetto degli obblighi assunti a livello internazionale ed europeo, secondo i principali obiettivi dell’Asse “Lavoro e occupazione”: Le linee principali del piano sono: raccogliere dati per il monitoraggio delle discriminazioni in ambito lavorativo; incentivare l’adozione di politiche di diversity management e di contrasto alle discriminazioni da parte delle aziende pubbliche e private; promuovere l’eliminazione delle barriere nell’accesso all’occupazione per le persone a rischio di discriminazioni, favorendo l’incontro tra domanda e offerta di lavoro; promuovere la conoscenza dei meccanismi di conciliazione e migliorare l’accesso alla giustizia per le vittime di discriminazioni; effettuare indagini statistiche sull’accesso al lavoro e sulle condizioni di lavoro delle persone a rischio di discriminazione; promuovere i principi dell’uguaglianza sul lavoro; favorire la formazione professionale delle persone a rischio di discriminazione per favorire il loro inserimento o reinserimento lavorativo; favorire la costituzione di aziende start-up, incluse le società cooperative, da parte di persone a rischio di discriminazione; promuovere il ruolo attivo dei Centri per l’impiego nella lotta alle discriminazioni; promuovere l’utilizzazione dei fondi paritetici interprofessionali; monitorare gli effetti del Jobs Act in materia di discriminazione; favorire il ruolo del Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni.

[Best_Wordpress_Gallery id=”253″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img