CASTELLAMONTE – «Parliamo di rifiuti.Discarica-Vespia

Si avvicina l’approvazione del bilancio a Castellamonte ed una delle sue voci maggiori è costituita dalla TARI (la tassa ruifiuti). Ovviamente i dipendenti sia di Teknoiservice che di Agrigarden non c’entrano e non hanno colpe. Ecco alcune riflessioni.

La raccolta (obblighi del gestore e cosa fa l’Amministrazione comunale).

1. Lo spazzamento delle strade: Nelle frazioni mai visto, in città qualche volta. Sul contratto ci sono due spazzamenti settimanali con la spazzatrice e 2,5 operatori al giorno che puliscono dove sono?. Guardate quanto è sporca Castellamonte, ho chiesto di vedere i reclami scritti dai cittadini sui vari disservizi, ce ne sono centinaia, pensate in quanti hanno solo telefonato senza scrivere. Se ci sono tutti questi reclami il servizio funziona? credo di NO.

2. Perchè sono stati fatti dei punti di raccolta nelle frazioni e continuiamo a pagare il porta a porta? chi ha autorizzato queste cose? perchè il comune continua a pagare le fatture e non sono stati bloccati i pagamenti? ma difendete i cittadini o no?

Alcune domande generali (sul contratto):

1. Entro 300 giorni doveva avvenire la pianificazione del porta a porta dappertutto. E’ stato fatto?

2. E’ stata pagata l’area ex ASA?

3.E’ stata redatta la carta dei servizi? se si dov’è?

4. Sono state pagate le discariche?

Il DEC chi l’ha visto? chi lo paga?Secondo me ci sono le condizioni per una rescissione del contratto.

La discarica.

Mi sorprende l’allarme del vicesindaco, perchè negli anni la discarica non è mai stata controllata? perchè la giunta Mascheroni, per anni, non ha nominato il geologo controllore? Ricordate poco più di un anno fa quando Maddio definiva ottima la scelta di Agrigarden? nel caso in cui Agrigarden rinunciasse chi ci sarebbe? sono certo che se lo scrivo su un biglietto e lo metto in una busta chiusa indovino, come del resto ho indovinato chi avrebbe vinto gli ultimi appalti di Castellamone. Non bisogna essere dei maghi. La discarica va chiusa e basta, i soldi per gestire il “post mortem” li tiri fuori chi li ha presi o spesi per fare altro.

Riguardo alla giunta di Castellamonte sia per i rifiuti che per la discarica prima gestiscono i n maniera allegra e in condivisione e poi lanciano allarmi, non vi sembra un controsenso, per non dire che ci prendono in giro?»

Pasquale Mazza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here