domenica 28 Febbraio 2021

RIVAROLO – CORTE D’APPELLO ACCOGLIE LA SOSPENSIVA

RIVAROLO CANAVESE – La Corte d’Appello di Bologna (terza sezione civile) riunita in camera di consiglio ha accolto l’istanza e disposto la sospensione dell’efficacia esecutiva della sentenza emessa in data 30/12/2014 dal Tribunale di Bologna, che rigettava l’opposizione al decreto ingiuntivo che condannava il Comune di Rivarolo Canavese al pagamento di 905.939,89 euro (più interessi).

L’ha reso noto poc’anzi il Comune di Rivarolo Canavese, tramite un comunicato.

Il dispositivo dell a sentenza fa riferimento al fatto che: “tenuto conto dell ‘entità delle somme in contestazione, l ‘esecuzione della sentenza appare tale da arrecare in ogni caso pregiudizio al Comune ed ai suoi servizi, se anche il regime della spesa fuori bilancio comporti l’obbligo di rivalsa sul soggetto che causò il sorgere del debito; pertanto sussistono le condizioni di legge per la sospensione dell ‘efficacia esecutiva della sentenza impugnata”.

L’accoglimento della richiesta di sospensiva avanzata dal Comune di Rivarolo Canavese, tramite il proprio difensore avvocato Prof. Roberto Cavallo Perin, presso il Tribunale di Bologna, è un risultato positivo per l’Amministrazione Comunale di Rivarolo Canavese, a dimostrazione che la complessa strategia difensiva intrapresa successivamente al decreto ingiuntivo, si sta rivelando corretta.

“La sentenza non era per nulla scontata, – affermano dal Comune – le probabilità di accoglimento della sospensiva erano alI’origine molto basse. La terza sezione civile del Tribunale di Bologna, presieduta dalla Dottoressa Emilia Salvatore , ha emesso l’ordinanza in tempi rapidissimi, dopo l’udienza del 7 luglio scorso.»

Gli effetti sugli equilibri del patto di stabilità, derivanti dal non dover corrispondere nell’immediato il debito ad Unicredit Leasing, sarà valutato nei prossimi giorni dagli uffici finanziari del Comune, anche con la collaborazione di consulenti esterni.

Leggi anche...