martedì 9 Marzo 2021

GRECIA – ATENE NON ANCORA PIANO. EUROZONA CONCEDE 5 GIORNI

GRECIA – ATENE NON ANCORA PIANO. EUROZONA CONCEDE 5 GIORNI. PALETTI DELLA BCE. GRECIA CHIEDE PRESTITO 7 MILIARDI PER TAMPONARE

Atene al momento non ha ancora presentato un piano. Barack Obama ha discusso della crisi greca sia con il premier Alexis Tsipras che con la cancelliera Angela Merkel, Il presidente Usa ha ripetuto che la Grecia dovrebbe rimanere nell’eurozona e che le parti dovrebbero trovare un accordo per un piano di aiuti che sia sostenibile per Atene. Angela Merkel definisce la situazione “grave e incerta“ Il presidente francese, Francois Hollande. “Dobbiamo poter esaminare le proposte greche il più rapidamente possibile. Per il premier italiano Matteo Renzi un accordo fra la Grecia e le istituzioni creditrici “si può trovare anche agevolmente, serve un po’ di buona volontà”. La Bce pianta paletti precisi alla concessione di nuova liquidità per le banche elleniche, sostenendo che l’iniezione di nuova moneta può avvenire solo dietro precise garanzie, i cosiddetti collaterali. La Grecia chiede infatti ai partner un prestito ponte da 7 miliardi di euro con cui coprire le sue necessità finanziarie per il resto del mese di luglio, mentre si cerca una “soluzione di lungo periodo”. Quei soldi dovrebbero consentirle di rimborsare i 450 milioni dovuti il 13 luglio al Fondo monetario, nei cui confronti Atene è già “in arretrato”, e 3,5 miliardi che vanno restituiti il 20 luglio alla Bce. L’Unione europea, dopo il vertice dell’ Eurozona, concede alla Grecia cinque giorni per trovare un accordo, oppure domenica un nuovo summit, questa volta a 28, dichiarerà il default

Leggi anche...