di Alessandra Hropich scrittrice per Bibliotheka Edizioni
Il comico non è bello se non è stuzzicarello.
Un uomo che mi ha intrigato sempre con le sue battute in tv e lo ha fatto anche dal vivo, trovarne uomini così, che bello sarebbe…..GENE-GNOCCHI
Un uomo che fa sorridere sia nel privato che in pubblico, è il massimo per ogni donna.
Gene fa sorridere non solo per le sue battute ma per la tranquillità con cui le dice con quella voce che sembra prenderti in giro, senza studiare nessun copione, ti fa sorridere e basta!
Anche questo è Gene Gnocchi…
Gene Gnocchi

In teatro e in tv sei al centro dell’ attenzione, anche con una donna ti senti così protagonista?

“No, sono uno che ascolta molto, non mi piace essere al centro dell’ attenzione, assolutamente.  quel mio modo di essere che appare in tv appartiene alla tv, non al mio privato.”

Quanto conta per te essere innamorati per riuscire nella carriera?

“Secondo me è molto importante, ti dà una grande spinta, un grande entusiasmo anche se, l’ essere innamorati può portare ad avere dei riflessi non sempre positivi.
Se pensi troppo ad una persona, questo può andare a discapito del lavoro, però, dovendo scegliere, è meglio amare. E’ una cosa strana, magari fai il tuo lavoro pensando che hai come destinatario la persona che ami e lo fai anche al meglio. Bisognerebbe poi vedere il risultato finale, ovvero quando tutto e’ finito, vedi il lavoro fatto, capire quanto e’ dipeso un buon lavoro dal fatto che sei innamorato e quanto, invece, dipende dalla professionalità ma questo non è semplice.

Si parla di malessere delle famiglie, la causa può essere la mancanza d’ amore che oggi regna sovrana?

“Il problema è che l’ amore oggi ha dei connotati un pò diversi perchè è molto più convulso, più frenetico e vi è molta più possibilità di mettere a rischio un amore. E’ una società con un flusso di rapporti interpersonali molto più cospicuo, cambia tutto. L’amore vero è sostituito dall’ infatuazione, tutto va in questa direzione, quindi non è sempre facile riconoscere un amore vero e duraturo, ci si illude spesso di essere amati ed innamorati”.

Tu credi che un pettegolezzo da gossip, quindi uno di quelli che riguarda la vita di persone note può danneggiare l’ amore di una coppia vip?

“Direi che qualche dubbio può generarlo ma dipende anche da come uno ha costruito il proprio rapporto. Quando uno frequenta il nostro ambiente, le sollecitazioni sono maggiori, poi, molto dipende dalla persona con cui vivi, dal tipo di rapporto che hai instaurato, se c’è o meno la fiducia. Poi, sai, c’è nella coppia un patto tacito, voglio dire che molte cose è meglio che si immaginino ma che non si sappiano mai completamente.”

Immagina una coppia vip che lavora insieme e condivide la vita, il lavoro e il denaro.  Secondo te, gli interessi economici possono spegnere l’amore tra soci?

“Per me, i soldi non hanno mai rappresentato un problema per due persone che vogliono stare insieme. Del resto non amo i patti prematrimoniali anche se capisco chi lo fa ma non ho mai pensato che un rapporto affettivo potesse mutare in relazione al denaro.
Io non vivo con una donna del mio settore ma è comunque distante dalla mia mentalità il pensare che l’ amore possa spengersi per interessi economici, piuttosto, l’amore può spengersi perchè non c’è più’ quello che c’ era prima. Se sei innamorato, non pensi ad altro che all’ amore, i soldi ti sembrano secondari.

Se i personaggi vip guadagnassero come normali impiegati, quante donne disponibili ed innamorate avrebbero intorno?

“E’ vero quello cui tu vuoi alludere ma non è solo il guadagno che attrae, sai è anche e soprattutto la notorietà che piace davvero tanto. L’ avere un compagno che ha una visibilità fa piacere insieme al guadagno ed è sotto gli occhi di tutti, non scopriamo nulla di nuovo.
Se un uomo vuole davvero scoprire se è amato dovrebbe tornare ad essere quello di prima, so che e’ impossibile ma solo se ritornasse uno sconosciuto potrebbe vedere la realtà.

Se un uomo vip e ricco proponesse alla propria donna di tornare alla vita di prima spogliandosi di tutti i beni e ritirandosi a vivere in un altro paese o in un posto riservato e lontano dalla mondanità , pensi che reagirebbe bene la donna amata o gli darebbe del pazzo?

“Io farei di più, le direi: “ se tu mi ami, mantienimi tu, fammi questa cortesia, io non ne posso più della notorietà, voglio ritirarmi ad una vita più’ sana, più normale, mantenendomi tu, allora si che mi sento davvero amato, cara….”

Ti piacerebbe incontrare una donna manesca, una di quelle che ti mena ma poi ti chiede perdono e ti giura il suo amore?

“Le passioni esibite, i gesti plateali non mi sono mai piaciuti, io, neppure mi ci metterei con una donna che perde il controllo in questo modo.
Però, a dire la verità, non mi dispiacerebbe se una donna desse in escandescenze per me, magari anche per finta, una cosa da copione, così tanto per dire che anch’io, nel mio piccolo, non sono neanche così male. (sorride)

E’ vero che l’ attore sente di esistere solo quando lavora e spesso è malinconico e per questo si può deteriorare alla lunga un amore?

“No, io non sono assolutamente malinconico, certo non rido sempre ne’ sto tutto il giorno a fare delle battute però vivo la vita normalmente.
Sai, poi, questo lavoro ti asciuga, è faticoso star su un palco e cercare di far ridere la gente, un pò ti crea ansia. Cogliere ogni momento, ogni frase, è una cosa molto stressante ed esci dal tuo contatto con il pubblico sempre più ricco da una parte e sempre più povero dall’ altra e dici: “ più di così non posso dare!” E’ un lavoro che ti mette al centro dell’ attenzione ma allo stesso tempo ti scava dentro, poi, non puoi più farne a meno, quella diventa la tua vita e il centro del tuo mondo.
Tutto questo ti crea ansia, non e’ facile trovare delle battute che facciano ridere, pensi e ripensi, osservi la realtà, la distorci e cerchi di capire cosa possa piacere agli altri.
Quando il pubblico gradisce le tue battute, provi una sensazione talmente bella ed unica che non si può spiegare….”

Da piccolo, ti sei mai sentito nell’ impossibilità di restare fermo di fronte ad un episodio di violenza o ad una ingiustizia?

“Se ripenso alla mia infanzia, posso dirti solo che ho avuto un maestro unico, la mia infanzia è stata bellissima, giocavo a pallone, andavo in giro. Ho solo bei ricordi di quando ero piccolino.”

I soldi, caro Gene, hanno uno strano potere: rendono belli anche i brutti anatroccoli. E’ mai possibile che gli uomini non si rendano mai conto di essere cercati e desiderati solo perchè ricchi o famosi?

“Secondo me, se un uomo non è completamente cretino, se ne accorge e fa finta di non saperlo, finge di credere all’ amore folle di mille donne che si accorgono di lui solo quando e’ pieno di quattrini. Sicuramente gli uomini sono anche egoisti e se ne fregano ma lo sono anche le donne e quindi ognuno fa come desidera.”

Tra una donna prepotente che ti piace davvero ed una umile e noiosa da morire, quale sceglieresti?

“La donna umile che mi annoia a morteeee……( sorride)
Ma no, sto scherzando, ma che domande…. La donna ti deve piacere, io sono un laico, quindi si vive una volta sola, la vita deve essere vissuta, non avrei il minimo dubbio e non vorrei mai una noiosa al seguito.”

Si vedono in giro molti giovani con cani al seguito, è una moda vedere quei ragazzi che, correndo, si fanno trainare da cani. Può essere che questa moda di accompagnarsi spesso ad un cane molto di più che ad una persona nasconda un bisogno d’ amore che non si è più in grado di offrire ai propri simili?

“Secondo me, è l’ animale che sceglie il padrone, se guardi bene, è l’ animale che porta a spasso il giovanotto, e’ ribaltata la cosa, il padrone corre dietro al cane a va al passo con lui.
L’ animale si fa scegliere ed il giovane è ormai completamente succube. Ormai l’ animale risponde a delle logiche che non conosci, il comportamento delle donne lo conosci alla perfezione mentre ti attrae il comportamento sconosciuto.
Delle donne si sa cosa vogliono, quindi è meglio andare con i cani!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here