BRANDIZZO – Il gruppo consiliare Alternativa Civica ha presentato una mozione che verrà discussa nel prossimo consiglio comunale, convocato per lunedì 13 luglio alle 19, riguardante la vigilanza e il controllo ambientale del territorio comunale attraverso una convenzione con le Guardie Ecologiche Volontarie, con l’intento di rafforzare l’azione di vigilanza e controllo ambientale sul territorio brandizzese.

“Spesso il territorio comunale risente del degrado provocato dall’incuria di chi non si attiene alle vigenti norme in materia ambientale – spiega il consigliere comunale di Alternativa GEV-Provincia-TorinoCivica, Leonardo La Rosa – ed in particolare risultano trasgredite le normative che vietano l’abbandono dei rifiuti, il corretto conferimento dei rifiuti urbani al servizio di raccolta e, nel caso di rifiuti speciali, il conferimento presso il nostro centro di raccolta e smaltimento di via Barra. Riteniamo prioritaria la salvaguardia dell’ambiente e della salute dei cittadini tramite un’azione di vigilanza tesa a valorizzare e difendere l’ambiente in generale”.

In provincia di Torino i volontari GEV sono oltre 300. La prossima settimana si svolgerà presso il palazzo municipale di Brandizzo una riunione tra Daria Oggero, responsabile delle GEV della Città Metropolitana, Giuseppe Falbo, responsabile del gruppo GEV di Chivasso e l’amministrazione comunale di Brandizzo per definire i termini della convenzione.

“Con la mozione Alternativa Civica chiede all’amministrazione comunale di potenziare la tutela ambientale del territorio comunale attraverso la sottoscrizione di una convenzione tra la Città Metropolitana di Torino e il Comune di Brandizzo – aggiunge il capogruppo Giuseppe Deluca – per la regolamentazione dei rapporti collaborativi con le Guardie Ecologiche Volontarie e, inoltre, di autorizzare le Guardie Ecologiche Volontarie allo svolgimento del servizio di vigilanza del territorio con potere sanzionatorio, in collaborazione continua e coordinata con gli uffici comunali preposti, Polizia Urbana ed Ecologia. Riteniamo sia possibile migliorare il Servizio di Vigilanza con l’utilizzo delle GEV per tutto quanto attiene la sorveglianza del territorio comunale, in materia di tutela ambientale, con l’estensione del diritto sanzionatorio a GEV, per ciò che riguarda i Regolamenti Comunali e le Ordinanze Sindacali sull’argomento. Questo servizio di vigilanza e controllo ambientale viene svolto praticamente in modo gratuito dai volontari GEV ed è molto utile alla collettività brandizzese.

Tra l’altro – conclude – questo è previsto dall’articolo 74 del Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Brandizzo, il quale stabilisce che l’accertamento delle violazioni spetta agli organi di polizia ed, in particolare, al Comando di Polizia Municipale e riconosce la facoltà di effettuare la constatazione delle violazioni alle Guardie Ecologiche Volontarie, GEV”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here