TORINO – Nelle ultime ore durante la costante attività di monitoraggio dei social network attuata da operatori DIGOS esperti delle dinamiche delle tifoserie organizzate delle due squadre di calcio della città,  sfollagente (Rid)

personale della Polizia di Stato  accertava che sul profilo facebook di un tifoso juventino era stata  postata una fotografia che lo ritraeva con in pugno uno sfollagente,  oggetto esclusivamente in dotazione alle Forze di Polizia.
In occasione del monitoraggio del profilo personale del soggetto, identificato per U.C., di anni 28, torinese, gli operatori di polizia rilevavano la presenza di diversi commenti da parte di alcuni “amici” e, tra questi, due conservavano nel loro profilo alcune fotografie ritraenti munizioni.
In seguito a tale accertamento, questa DIGOS, ha effettuato nelle scorse ore perquisizioni domiciliari ai tre soggetti evidenziati in occasione del monitoraggio sul noto social network.
L’attività in questione consentiva di rintracciare, presso l’abitazione del summenzionato tifoso bianconero, lo sfollagente immortalato nella fotografia e di rinvenire alcune dosi di stupefacente del tipo cocaina. Questi, pertanto, veniva deferito alla locale A.G. per possesso illecito di armi in esclusiva dotazione delle FF.OO. (normativa del Testo Unico sulle Leggi di Pubblica Sicurezza) e per ricettazione, oltre alla contestazione amministrativa per uso di sostanze stupefacenti.
Nelle altre perquisizioni, presso l’abitazione di G. R., studente torinese di anni 22, sono stati rinvenuti alcuni proiettili e cartucce per fucile, detenuti illegalmente. Lo stesso è stato denunciato alla locale A.G. per detenzione illegale di munizioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here