mercoledì 16 Giugno 2021
mercoledì, Giugno 16, 2021
spot_img

LEINI – Il gruppo consiliare M5s sulla seduta di consiglio

LEINI – Riceviamo dal gruppo consiliare Movimento 5Stelle di Leinì e pubblichiamo integralmente:

“Il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Leini esprime la propria soddisfazione per gli esiti del consiglio comunale tenutosi lunedì 25 maggio. Sono state approvate all’unanimità due nostre mozioni che rivestono grande importanza per la vita dei cittadini; nello specifico, il consiglio ha approvato la mozione che impegna l’amministrazione a istituire, in tempi brevi, dei parchi giochi cosiddetti inclusivi atti cioè a favorire l’integrazione dei bambini portatori di handicap mediante una serie di misure ed attrezzature già sperimentate con successo. L’altra mozione riguarda il posizionamento sul territorio comunale, di apparecchiature definite “eco-compattatori” aventi la funzione di favorire la raccolta differenziata di alcuni materiali (contenitori in plastica, lattine di alluminio ecc.) consentendo un risparmio in generale per la comunità, dato dalla minor quantità di materiale conferito in discarica ed inoltre riconoscendo un vantaggio diretto (buoni acquisto) riconosciuto direttamente all’utente all’atto del conferimento. Abbiamo visto approvare con grande gioia, un nostro emendamento, in linea con le battaglie dei comitati per l’acqua pubblica, presenti in aula per l’occasione, che chiede di trasformare SMAT s.pa. (gestore del servizio idrico) in Azienda speciale di Diritto Pubblico senza scopo di lucro, l’acqua è di tutti e non si deve più permettere a qualcuno di lucrare su un bene pubblico. Abbiamo poi avuto risposte positive riguardo all’impegno dell’assessore competente per il superamento di una serie di criticità inerenti al traffico: svincolo statale 460 in fase attuativa e già previsto nel piano triennale lavori pubblici, semaforo di viale Europa (capolinea del 46) che sarà ripristinato, passaggi pedonali e marciapiedi in via Lombardore.

Non sono comunque mancate le note stonate, la risposta del Sindaco sul problema della carenza di medici pediatri a Leini, pur consapevoli dei limiti di competenza, abbiamo chiesto si parlasse con i due pediatri presenti a leini per tentare di trovare una soluzione al problema, ricevendo in risposta dalla Leone che non si sogna di andare a dire qualcosa ai suoi colleghi, dimenticando di essere il Sindaco di Leini e dei cittadini tutti, che dovrebbero essere la sua prima preoccupazione, soprattutto i più piccoli. A consiglio concluso, l’intervento del sindaco riferito alla presunta accidia di parte dell’opposizione “che ha perso e deve farsene una ragione” non tanto per l’opinione in se, tutto sommato legittima, ma perchè lo consideriamo non in linea con il profilo istituzionale che il sindaco riveste in qualità di carica “super partes”.Abbiamo,inoltre, toccato con mano la superficialità con cui,spesso, si affrontano argomenti di grande importanza e che avranno ripercussioni su tutti i cittadini. Il nostro emendamento in cui si chiedeva la trasformazione di SMAT s.p.a. in Azienda Speciale Consortile di diritto pubblico, ha visto la grande contrarietà della maggioranza, tanto che ci è stata chiesta una modifica all’emendamento e cioè di stralciare la parola “consortile”, in quanto, secondo il Sindaco e la maggioranza, le aziende consortili rendono i soci responsabili in parti uguali, ci preme ricordare che in questo caso si parla di una azienda (SMAT) con milioni di euro di utile e che sembra alquanto remota la possibilità di un imminente fallimento.

Tolto il fatto che vengono smentiti dall’art. 2615 del codice civile che recita: “ per le obbligazioni assunte in nome del consorzio dalle persone che ne hanno la rappresentanza, i terzi possono far valere i loro diritti esclusivamente sul fondo consortile. Per le obbligazioni assunte dagli organi del consorzio per conto dei singoli consorziati rispondono invece questi ultimi solidalmente con il fondo consortile» e «in caso di insolvenza, nei rapporti tra i consorziati il debito dell’insolvente si ripartisce tra tutti in proporzione delle quote” , abbiamo comunque accettato, dopo confronto con i comitati sull’acqua pubblica, di eliminare la parola che tanto spaventava con un secondo emendamento poi non approvato in consiglio e quindi la maggioranza, trovandosi nella posizione di bocciare un emendamento a favore dell’acqua pubblica e rinnegare quanto sempre detto a proposito del referendum del 2011, non ha potuto fare altro che astenersi e far passare la richiesta con il voto delle opposizioni.

Ma la superficialità maggiore arriva con la delibera su SAT srl, una società di servizi, costola di ASM sr.l. (società in liquidazione con socio maggioritario Settimo Torinese) di cui il nostro Comune detiene uno 0,52% mentre il Comune di Settimo possiede quote per il 76,97%, la citata delibera chiedeva di votare il cambio societario di SAT srl in società cooperativa, peccato fosse un errore, la SAT viene trasformata in “Società CONSORTILE”, la delibera, dopo avergli fatto notare l’errore, viene ritirata dalla maggioranza, ma la logica vuole ci si domandi come mai i tanti dubbi avuti sulla trasformazione di SMAT( società in ottima salute), tanto da rischiare di mettersi contro i sostenitori del referendum sull’acqua, non valgano per quest’altra partecipata e soprattutto ci chiediamo per quale arcano motivo continuiamo a tenerci le quote di una società (SAT) con un utile ridicolo, precipitato negli ultimi anni.”

Gruppo consiliare M5S Leini

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img