CASTELLAMONTE – Castellamonte è videosorvegliata.

Sono difatti di recente attivazione le otto videocamere sparse per la città: quattro brandeggianti (piazza Martiri, piazza della Repubblica, Piazza Vittorio e alla fermata della stazione degli Castellamonte videosorveglianzaautobus) e quattro fisse sulle targhe (alla rotonda di via Caneva: all’uscita da Cuorgnè e in entrata dalla Valle Sacra; e nell’intersezione di via Botta con via IV Novembre, in entrata e in uscita verso Ivrea).

«In questo modo la città è più sicura – spiega il vice Sindaco Giovanni Maddio – e possiamo fornire anche informazioni utili ad altri comuni. Da sei siamo passati ad otto, ed è estendibile. Difatti, in un secondo tempo, le posizioneremo anche nei pressi dell’area cimiteriale, alla rotonda di via XXV Aprile e nei pressi della chiesa di San Rocco.»

L’ex Asa, per l’intera rete, aveva chiesto 100mila euro, quest’operazione invece, affidata alla ditta Aladina Radio Srl di Torino, in banda larga con rimando dalla torre campanaria, è costata poco più di 20mila euro.

«Purtroppo i tempi burocratici sono stati un po’ lunghi – prosegue Maddio – poco più di un anno.»

Le immagini saranno visionate dal Segretario Comunale Aldo Maggio e verranno conservate per tre giorni. Chi avrà bisogno di vederle potrà farne richiesta attraverso l’accesso agli atti.

«Abbiamo già consegnato le immagini ai Carabinieri del tentato furto all’Unicredit – conclude il vice Sindaco – siamo lieti che quest’impianto appena nato si già di pubblica utilità.»

GUARDA IL SERVIZIO

1 COMMENTO

  1. Bravi Ottimo lavoro.Era ora.Ora a gentile richiesta installatene una anche a Case Spina dal momento che anche da noi di notte gira gente per nulla affidabile a bordo di vetture sispette.Grazie Mario

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here