lunedì 14 Giugno 2021
lunedì, Giugno 14, 2021
spot_img

BORGARO – IL M5S DICE NO ALL’AUMENTO DELLE TASSE

BORGARO – Il Movimento Cinque Stelle prende posizione contro l’aumento delle tasse decretato dall’ultimo Consiglio comunale.

«Nel dettaglio – commentano Cinzia Tortola e Piero Calza – bisogna sottolineare l’abbattimento della fascia di esenzione Irpef da 20mila a 17mila euro, che interesserà circa 800 cittadini, l’aumento dell’aliquota per le abitazioni principali dello 0,5 per mille, e l’aumento Tari per i contraccolpi che subiranno le utenze domestiche e i commercianti.

I rincari sono da imputare, da un lato ai tagli dello Stato, dall’altro ad un ridotto introito relativo alle sanzioni stradali. Quello che stupisce è l’aumento dei costi, circa 68mila euro, relativi ai servizi indivisibili, come l’illuminazione pubblica, lo sgombero neve, i servizi cimiteriali, la manutenzione del verde, per citare alcune voci.

In questo ambito, i 230mila euro per la manutenzione del verde pubblico possono essere ripensati? In molti Comuni, ad esempio, si è portato avanti il progetto “Adotta un’area verde”: uno dei tanti modo grazie ai quali, con un po’ di creatività, si ripensa alla partecipazione attiva dei cittadini e a nuovi modelli nella gestione della pubblica Amministrazione».

Cinque Stelle attivi anche sul fronte del campo Rom: «Sulla questione di Borgaro è necessario sottolineare la totale assenza del Comune di Torino. Per quanto ci riguarda, vorremmo sapere cosa ne pensano e cosa propongono i borgaresi: a breve attiveremo una consultazione popolare che possa sostenere, a ragione veduta, le ulteriori e dovute richieste presentate dall’Amministrazione di Borgaro al Comune di Torino».

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img