Foto FREE PRESS

LEINI – Primo podio stagionale per il pilota di Leini, salito sul terzo gradino grazie al risultato conseguito nella gara inaugurale sull’asfalto del Circuito di Algarve, a Portimao.

2 (RID)
Foto FREE PRESS

Un fine settimana iniziato all’insegna di una quarta posizione nelle qualifiche ed archiviata con una “toccata” che ha negato al giovane piemontese la bandiera a scacchi della gara conclusiva.

E’ salito sul terzo gradino del podio, Lorenzo Veglia. Il pilota di Leini, protagonista nel contesto della TCR International Series, ha centrato il miglior risultato stagionale sull’asfalto dell’Autodromo dell’Algarve, a Portimao (Portogallo), al volante della Seat Leon Racer curata tecnicamente dal team Liqui Moly-Engstler.

Foto FREE PRESS
Foto FREE PRESS

Artefice di una condotta crescente in termini di risultato, avviata con il quarto miglior tempo fatto registrare nelle prove di qualificazione, Lorenzo Veglia ha ottimizzato la partenza dalla fila della griglia riuscendo a guadagnare una posizione fin dalle prime fasi di Gara 1, condotta fino al termine dei suoi tredici giri e conclusa alle spalle del danese Nicki Tiim e dello spagnolo Jordi Gené.

Un risultato estremamente positivo, raggiunto a distanza di una settimana dalla settima posizione di Gara 2 conquistata a Valencia che, a causa di una “toccata” con un diretto avversario, non è stato replicato nella gara conclusiva di Portimao, avviata con la partenza dalla settima posizione della griglia.

Un particolare che, tuttavia, non ha oscurato il primo podio stagionale, miglior piazzamento conseguito da Lorenzo Veglia nella cornice intercontinentale.

Lorenzo Veglia: “Ringrazio il team per avermi messo a disposizione una vettura con un setup perfetto. Dopo Valencia l’obiettivo era migliorare la settima posizione, ci siamo riusciti ed abbiamo raggiunto questo bel podio, il primo stagionale. Non potevo chiedere di meglio, in vista dell’appuntamento di Monza, tra due settimane”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here