RIVAROLO – “Posteggio Amico”, un bel progetto partito questa mattina in occasione del mercato, purtroppo con il piede sbagliato.

Il progetto prevedeva l’azione di volontariato congiunto tra Associazione Ginestrese e i rifugiati ospiti dell’Hotel Europa: tutti appostati nei parcheggi limitrofi all’area mercatale, per Rivarolo Parcheggio Amico (3) (RID)Rivarolo Parcheggio Amico (RID)aiutare i cittadini a trovare parcheggio e agendo così da deterrente per gli abusivi.

Invece, questo primo esperimento non ha funzionato proprio così. Probabilmente, ad inizio servizio, alle 8 del mattino, tutti erano al loro posto: ventidue profughi e quattro componenti dell’Associazione Ginestrese (così come forse il Sindaco apparso nelle foto di rito di alcuni media!), ma un’ora più tardi, a “vegliare” e dare indicazioni agli automobilisti erano rimasti, nelle loro postazioni con la pettorina arancione, ligi alla loro missione, soltanto i ragazzi ospiti all’Hotel.

Intorno alle 10,30 è poi comparso un volontario dell’Associazione su piazza Carisia. Intanto, i parcheggiatori abusivi, invece di dileguarsi alla vista dei volontari, hanno proseguito la loro attività illegale indisturbati, poiché, i profughi, avevano ricevuto l’ordine di non cacciare via nessuno.

Rivarolo Parcheggio Amico (4) (RID)Gli unici a sparire dai parcheggi sono stati gli zingari.

Un progetto utile e intelligente, iniziato in via sperimentale, che sicuramente nelle prossime settimane verrà limato e migliorato nell’attuazione, coprendo alcune lacune, grazie alla buona volontà e all’impegno di tutti i volontari coinvolti.

AGGIORNAMENTO – Non sono tardate ad arrivare repliche e precisazioni a quanto è stato  documentato in prima persona dai nostri inviati nell’orario compreso tra le 9 e le 10,30. Riportiamo le loro dichiarazioni,  che, oltretutto, prendono in considerazione orari diversi della mattina,  per completezza di informazione.

«Ho appurato personalmente – afferma il Sindaco Alberto Rostagno – nell’orario compreso tra le 11 e le 12,30 (ndd. non era lì alle 8) in cui sono stato presente in area mercatale, spostandomi da una piazza all’altra che i volontari della Ginestrese erano in servizio. Inoltre, alcuni operatori della Cooperativa Isola di Ariel controllavano i ragazzi a distanza, senza indossare pettorine.»

«Noi quando ci prendiamo un impegno lo portiamo a termine – chiosa Gian Renzo Vota, dell’Associazione Ginestrese – noi quattro eravamo presenti e non abbiamo mai lasciato i ragazzi soli. Ci ha visti il Sindaco intorno alle 11,30/12,30 quando abbiamo riportato i ragazzi all’Hotel.»

 

GUARDA LA PHOTOGALLERY

[Best_Wordpress_Gallery id=”148″ gal_title=”09-05-15 Rivarolo Parcheggio Amico”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here