Da sx: Pierangelo Masoero, Monica Cassibba, Michela Antonaccio, Cinzia Barberis, Marina Vittone, Debora Fuoco.

RIVAROLO – Nasce anche a Rivarolo Canavese la Delegazione della LILT, la Lega italiana per la lotta contro i tumori.

L’iniziativa è partita dalla dottoressa Cinzia Barberis. La Lilt è organizzazione non lucrativa di utilità sociale e opera, sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica e sotto la vigilanza del Ministero della sanità. L’impegno della Lilt nella lotta contro i tumori è finalizzato all’attività della prevenzione oncologica.

Da sx: Pierangelo Masoero, Monica Cassibba, Michela Antonaccio, Cinzia Barberis, Marina Vittone, Debora Fuoco.
Da sx: Pierangelo Masoero, Monica Cassibba, Michela Antonaccio, Cinzia Barberis, Marina Vittone, Debora Fuoco.

Si parla di prevenzione primaria, attraverso la riduzione dei fattori di rischio come il consumo di tabacco, l’errata alimentazione, la sedentarietà, l’eccessivo consumo di alcool, l’eccessiva esposizione ai raggi solari; prevenzione secondaria mediante la diagnosi precoce, con il fine di ridurre la mortalità, l’invasività degli interventi e migliorare la qualità della vita; prevenzione terziaria attraverso pratiche quali l’assistenza domiciliare, la riabilitazione fisica, psichica e il reinserimento sociale e occupazionale del malato oncologico.

La prevenzione si attua con il coinvolgimento attivo della popolazione, con la divulgazione mediante incontri nelle Scuole e nei principali luoghi di aggregazione. Molteplici sono le attività che la Lega tumori, attraverso i suoi organismi periferici, organizza in tutto il territorio italiano, da incontri organizzati e condotti da psicologi e medici oncologi, a interventi di prevenzione nelle Scuole, nell’ambito del programma missione salute che il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca ha stipulato con la LILT, per sensibilizzare ed educare i giovani ad un corretto stile di vita, sino alle raccolte fondi organizzate ogni anno nelle piazze italiane.

I progetti e le attività proposte sono effettuate in forma gratuita e sono possibili grazie ai contributi e alle donazioni di tanti cittadini ed enti pubblici e privati.

Ed è proprio con l’iniziativa di sensibilizzazione “Un fiore per la festa della mamma”, prevista per sabato 9 maggio 2015, dalle ore 9.00 alle ore 19.00 in Piazza Chioratti a Rivarolo, che farà la sua prima uscita ufficiale il gruppo fondatore della Delegazione rivarolese.

“Ho accolto volentieri l’invito del Presidente provinciale della Lilt, dottoressa Donatella Tubino, – afferma Cinzia Barberis – per cercare di creare anche nel Canavese un gruppo operativo di volontari che potesse diffondere l’attività di sensibilizzazione per la prevenzionee la lotta contro i tumori. Il Canavese ha una realtà territoriale interessante e già in parte sensibilizzata alla difesa della salute dei cittadini, e alla promozione di corretti stili di vita e alimentazione, così con un gruppo di amici rivarolesi, che hanno accettato con entusiasmo di darmi una mano, abbiamo dato vita alla Delegazione”.

Ne faranno parte, oltre alla Delegata Cinzia Barberis, la vice Delegata Marina Vittone, Michela Antonaccio e Debora Fuoco che si occuperanno della Segreteria, Monica Cassibba e Pierangelo Masoero che cureranno la Tesoreria e le attività di raccolta fondi.

La Sede operativa è stata allestita in Corso Torino, 77 a Rivarolo Canavese; info e contatti all’indirizzo di posta elettronica lilt.rivarolocanavese@gmail.com oppure tramite la pagina Facebook oppure tramite il sito www.lilt.it

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here