BOSCONERO – In un mondo in cui quotidianamente devono lottare per sopravvivere, gli artigiani solitari, le manifatture e le piccolissime aziende spesso vanno avanti solo per dedizione; Bosconero1 (RID)

c’è però qualcuno che sa comprendere ed apprezzare quella passione per il lavoro fino, l’eccellenza della produzione in tutte le sue forme, dalla più frugale alla più raffinata, qualcuno come gli oltre ventimila visitatori che hanno preso d’assedio Bosconero (Torino) in occasione della scorsa edizione della mostra dell’artigianato; e per il prossimo 10 maggio di quest’anno, in cui la mostra compie dieci anni, se ne attendono ancora di più. L’ingresso è libero per tutti i visitatori, cui saranno offerti spettacoli, degustazioni e curiosità. In festeggiamento del decennale il comune di Bosconero riserverà alcuni posti gratuiti perfino agli artigiani iscritti alla CNA.

Non mancano certo le novità, per festeggiare degnamente la ricorrenza, per esempio la presenza del gemellaggio culturale con “La Toma di Lanzo”, mostra regionale della Toma di Lanzo e dei formaggi d’alpeggio che si svolgerà dal 10 al 12 luglio a Usseglio.

L’evento è un efficace strumento per promuovere il settore artigiano e produttivo, proponendo al pubblico un affascinante viaggio tra gli elementi naturali ARIA, TERRA, ACQUA, FUOCO per conoscere le antiche e moderne tecniche di trasformazione della materia in “arte”. Il programma prevede una serie di eventi all’insegna del “SAPER FARE” e vede riconfermati i percorsi tematici: “Cantiere delle sculture”, “Cantieri dei sapori” e “Canteri dei suoni”. Le dimostrazioni dal vivo serviranno ad illustrare tutto l’iter della produzione, dall’ideazione alla realizzazione finale, per far conoscere le diverse tecniche che consentono l’interazione tra design e manualità.

Bosconero (RID)Per soddisfare al massimo le aspettative del pubblico, il Comune di Bosconero, in collaborazione con le associazioni provinciali Strada Gran Paradiso, Piemonte Eccellenza Artigiana e del CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della piccola e media impresa) ha allestito un programma molto vario, che riempirà l’intero paese canavesano di stand, bancarelle, punti di degustazione, dimostrazioni pratiche e lezioni sulla storia e l’attualità dell’artigianato, il tutto nella direzione di celebrare quei mestieri che richiedono maestria, creatività e occhio attento per le antiche tradizioni, che stanno ritrovando l’attenzione del grande pubblico, sempre più alla ricerca della qualità e dell’originalità del “fatto a mano”.

La manifestazione non potrebbe esistere se non grazie anche ad una squadra numerosissima e affiatata di 80 volontari, tra cui anche molti ragazzi delle scuole: tutto il paese si unisce all’evento portando un po’ di sé e della propria ospitalità a disposizione dei visitatori che partecipano ogni anno, sempre più numerosi, alla Mostra.

Ma le novità per il decennale non sono ancora finite: per gli artigiani che parteciperanno all’evento, è prevista la possibilità di partecipare a 2 concorsi: “DECORAZIONI ARTISTICHE” ed “ARTIGIANATO ARTISTICO” che intendono premiare la migliori opere in tema di professionalità, originalità e bellezza.

Un terzo concorso è dedicato agli hobbisti “miglior manufatto”.

In premio, percorsi turistici ed enogastronomici e cene itineranti in diverse zone del canavese, per incentivare la conoscenza del territorio dal punto di vista ambientale, artistico e culinario.

Grazie al contributo di numerosi sponsor saranno inoltre sorteggiati tra gli espositori e i visitatori tanti altri premi.

Programma in dettaglio della rassegna:

Il prologo della decima edizione della “Mostra dell’Artigianato” inizia nella serata di sabato 9 maggio in piazza Martiri. Insieme alle degustazioni enogastronomiche sparse per tutto il paese, ci sarà il concerto dei “Sesta Nota”, con musica dagli anni 50 agli anni 90 (blues, soul, funky, rock’n roll). Segue lo spettacolo di Jugolo Juglar “S’i fossi foco” e la dimostrazione di volo di droni a cura di FAB LAB.

Domenica 10 maggio si entra nel vivo della mostra: oltre ai tradizionali cantieri dei suoni, sapori e sculture ci saranno musica e animazioni per tutti i gusti. Stefano Ricca presenterà lo spettacolo “Storia di un giocoliere”, che racconta la storia di un giocoliere alla ricerca di un maestro dal quale apprendere tutti i segreti dell’arte di lanciare oggetti in aria; si troverà così a fare il giro del mondo con “le sue scarpe e le sue pentole” e naturalmente con la sua arte! Per i più piccoli previste anche attività equestri a cura della “Cascina Esperansa” quali il battesimo della sella: nel campetto da pallavolo all’interno del cortile della società saranno messi a disposizione due pony per dare la possibilità ad ogni bambino di provare l’emozione di andare a cavallo (orari: dalle 11 alle 12 e dalle 15 alle 16). Oltre ai cavalli, saranno presenti Perla e Artù, due piccoli asinelli pronti a farsi coccolare da bambini e adulti. Durante la giornata ci sarà anche la mostra su Gino Paoli denominata “una lunga storia d’amore”: una rassegna che racconta il grande artista dagli esordi ad oggi, tracciando la storia della sua arte e della sua vita attraverso un percorso di oggetti e immagini che, sulle note della sua musica, lo avvicinerà ancora di più al pubblico. Nel pomeriggio, esibizioni di tango argentino e dimostrazioni di voli di droni a cura di FAB LAB. A coronare il tutto non poteva mancare la grande esposizione di mezzi di lavoro e trattori d’epoca a cura del “Museo storico del trattori”. Per gli appassionati ci sarà anche una dimostrazione di scherma medievale a cura della Compagnia del Pomo e della Punta.

Tutte le iniziative sono ad ingresso libero. Per informazioni e per scaricare il modulo di adesione consultare il sito internet del comune www.comune.bosconero.to.it, oppure telefonare allo 011.98.89.616.

GUARDA IL SERVIZIO

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here