BRANDIZZO – È stata approvata all’unanimità, durante lo scorso Consiglio Comunale, la mozione in merito all’istituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi presentata da Alternativa Civica .

“Ringraziamo tutti i gruppi consiliari per la condivisione di questa importante iniziativa per i nostri ragazzi e ragazze delle scuole, – afferma il capogruppo di locandina CONS COMAlternativa Civica Giuseppe Deluca – nell’ottica dell’educazione delle fasce giovani della popolazione alla cittadinanza attiva ed alla partecipazione democratica e condivisa alla vita sociale della collettività. Il progetto del Consiglio Comunale dei Ragazzi è stato promosso in molti comuni ed il Consiglio Comunale di Brandizzo lo ha valutato pienamente condivisibile e meritevole di essere sperimentato nella Comunità brandizzese per favorire un’idonea crescita socio-culturale dei giovani.

L’assessore alla scuola e attività educative Valeria Rolando ci ha confermato che nel prossimo anno scolastico il Consiglio Comunale dei Ragazzi sarà inserito nel PEOF, il Piano di Espansione all’Offerta Formativa per l’anno scolastico 2015/2016 dell’Istituto Comprensivo “Gianni Rodari” di Brandizzo. Il CCR, così come condiviso da tutto il Consiglio Comunale di Brandizzo, deve essere un luogo dove i ragazzi si riuniscono per esprimere le loro opinioni, confrontare le loro idee, discutere liberamente nel rispetto delle regole; è, inoltre, uno strumento utile agli adulti per conoscere e approfondire il punto di vista dei ragazzi sulla città e sui programmi di sviluppo.

Gli obiettivi del progetto sono: educare alla rappresentanza democratica; fare vivere ai ragazzi una concreta esperienza educativa; rendere i ragazzi protagonisti della vita democratica del territorio, attraverso il coinvolgimento nelle scelte che li riguardano e all’eventuale partecipazione a sedute del Consiglio Comunale Adulti e di Commissioni Consiliari. La possibilità di istituire il Consiglio Comunale dei Ragazzi era prevista dall’art. 5 dello Statuto Comunale e, inoltre, l’avvio del progetto non comporta oneri finanziari a carico del Comune di Brandizzo.»

La coordinatrice di Alternativa Civica Antonella Multari aggiunge: «È importante rendere partecipi i più giovani alla vita della collettività sociale in vista della loro assunzione di responsabilità più consapevole in età adulta. In questo progetto devono essere coinvolti i ragazzi delle scuole di Brandizzo, i genitori che favoriscono, sostengono e valorizzano l’esperienza dei figli e gli insegnanti che collaborano all’iniziativa. Il Consiglio Comunale dei Ragazzi deve essere la sede dove i ragazzi elaborano proposte per migliorare la città in cui vivono, collaborano a prendere decisioni importanti che riguardano il loro territorio, cercano soluzioni a problemi che li riguardano portando il contributo di tutte le classi che partecipano al progetto. Per partecipare al Consiglio Comunale dei Ragazzi non è ammessa alcuna discriminazione per cultura, religione, lingua, ripudiando così il razzismo e l’intolleranza e mettendo in essere ogni mezzo per invocare esplicitamente l’uguaglianza, la solidarietà, la libertà e la fratellanza.»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here