IVREA – I Consiglieri di opposizione, Francesco Comotto (Viviamo Ivrea) e Alberto Tognoli (Lista dei Cittaini) hanno presentato un’interrogazione all’amministrazione, che dovrà rispondere in forma scritta entro un mese.

Si chiedono chiarimenti in merito ad un terreno edificabile che, a meno di variazioni al momento sconosciute alla minoranza, si sarebbe potuto utilizzare per la ivrea-municipiocostruzione ex-novo del tribunale.

«Pur essendo una superficie pari al 70% di quella oggi locata, – affermano – si sarebbero potute trovare soluzioni decisamente meno onerose nel tempo, considerato l’affitto annuale di circa 800.000 euro più i notevoli costi di adeguamento, che verranno rimborsati nell’arco di sei anni alla suddetta società.»

In particolare chiedono alla Giunta della Pepa: se l’area, acquistata a titolo oneroso dal Comune di Ivrea, e divenuta edificabile per effetto della variante n°1 al PP3, sia ancora nella disponibilità della Pubblica Amministrazione e se lo sia anche il potenziale edificatorio ad essa afferente. In caso affermativo, se vi sono previsioni di utilizzo in merito a tale potenziale edificatorio e per quale motivo non sia stato utilizzato, ad esempio, per la costruzione del poliambulatorio; in caso negativo in quali circostanze sono stati ceduti l’area e/o il suo potenziale edificatorio; quale Organo e/o funzionario dell’Amministrazione Comunale abbia proceduto alla cessione, con quali atti amministrativi, in quale data e sulla base di quali norme; se tale cessione sia stata autorizzata dal Consiglio Comunale e quali siano le valutazioni di tipo economico poste a corredo di eventuali atti di cessione/permuta, al fine di attestarne la congruità rispetto al reale valore di mercato per scongiurare danni patrimoniali all’Ente;

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here