MONTALTO DORA – Grazie alla collaborazione con l’Associazione Amici della Biblioteca di Montalto Dora, gli allievi del corso di fotografia digitale dell’UNI3 di Ivrea ripropongono una selezione dei loro lavori. Come dice il titolo stesso, si tratta di fotografie che si ispirano liberamente al libro di Italo Calvino “LE CITTA’ INVISIBILI”image-0001

Il punto di partenza di ogni capitolo del libro è il dialogo tra Marco Polo e l’imperatore dei Tartari Kublai Khan, che interroga l’esploratore sulle città del suo immenso impero. Marco Polo descrive città reali, immaginarie, frutto della sua fantasia, che colpiscono sempre più il Gran Khan.

Le città diventano simbolo della complessità e del disordine della realtà, e le parole dell’esploratore appaiono, quindi, come il tentativo di dare un ordine a questo caos del reale.

Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure, anche se il filo del loro discorso è segreto, le loro regole assurde, le prospettive ingannevoli, e ogni cosa ne nasconde un’altra” :le città invisibili.

La realtà perde la sua concretezza e diventa fluida e puramente mentale, si realizza nella fantasia. I temi affrontati sono diversi e vari: dal tema del ricordo e della memoria a quello del tempo, da quello del desiderio a quello della morte.

La docente del Corso, Elisabetta Minucci, ha proposto questo tema ai suoi allievi dando loro la più ampia libertà di scelta fra le 55 città descritte (magia dei numeri: 55 è la somma dei primi dieci numeri naturali), di utilizzo di tecniche di ritocco o manipolazione del materiale fotografato. Ne è nato un insieme di immagini con un unico filo conduttore ma che nello stesso tempo rivela la personalità e la sensibilità di ciascun fotografo.

Visto il tema ispiratore della mostra, è stato quasi naturale scegliere il luogo dove proporla.

Biblioteca Civica di Montalto Dora “Carlo Levi”

Piazza F. Prat – Montalto Dora

Da mercoledì 22 aprile a venerdì 22 maggio 2015

Orari: dal lunedì al venerdì ore 16,00-18,30

La mostra verrà riproposta in altre biblioteche del Canavese

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here