LIBRI – “Quando il Mostro é il proprio padre” è un libro che racconta di un mostro per mille motivi, apparentemente, padre e marito ma solo per l’occhio della gente che ha sempre creduto questo data la sua apparenza di uomo tranquillo.

In realtà, quest’uomo, ha dedicato la sua vita al male per il gusto di distruggere psicologicamente la sua famiglia, giorno dopo giorno. Il classico soggetto dalla doppia personalità, MOSTROannientatore a tempo pieno, cattivo, violento in casa riparato dalle pareti domestiche, mite e gentile al di fuori, in modo da non destare mai alcun sospetto.

Eppure, un uomo con alcune manie talvolta visibili, forse la moglie, a detta degli esperti, avrebbe potuto accorgersi di qualcosa che non andava nel marito al posto di giustificarlo sempre. Sicuramente, solo una moglie ingenua e sognatrice ha potuto credere o sperare di trasformare un orco o demonio in un bravo padre e compagno.
Il caso è stato giustamente definito un vero “caso clinico da manuale”, oggetto di studio per quanti possono individuare nel Mostro degli atteggiamenti comuni ad altri soggetti, come lui, disturbati.

Atroce è il contrasto tra una donna romantica, amante della famiglia e dei veri valori, piena di sogni e di virtù, giunta dal Sud per sposare un uomo che le distruggerà ogni gioia, per il gusto di farlo. Questo e molto altro è il Mostro, un uomo violento che si sente padrone della sua famiglia ove commetterà molti abusi che terrà ben segreti perché tra le quattro mura di casa.

Un libro istruttivo per tutti e per quelle donne che pensano che un animo mostruoso sia sempre altrove e mai nella loro case mentre non si è mai al sicuro in nessun posto.
É mentalità comune pensare ai mostri come a soggetti identificabili come tali, vale spesso il contrario, un Mostro si può nascondere bene in quelle persone miti ed educate che crediamo di conoscere meglio. La conoscenza di una persona a noi vicina non é mai totale e i recenti fatti di cronaca ce lo dimostrano continuamente.

Alessandra Hropich

1 COMMENTO

  1. libro interessante. caso interessantissimo, vergogna delle vittime di raccontae il vero. la sofferenza non ha prezzo.
    vero libro, i miei complimenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here