ROMANO CANAVESE – Inaugurata, presso la Fondazione Arte Nova, la mostra “Musica e giochi di bimbi nel primo ‘900” curata dagli architetti Maria Grazia Imarisio e Diego Surace, e organizzata in partnership con il Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia di Torino (MUSLI). 

L’allestimento, musica-e-giochi-1interattivo, diviso in cinque sale, con la possibilità di ascoltare brani e filastrocche tratte da testi per ragazzi e provare i “giochi di inizio ‘900”, resterà visitabile fino all’11 luglio e raccoglie pezzi unici provenienti da tutta l’Italia.  Come ha evidenziato Vincenzo Capuano, Docente di Storia del giocattolo presso la Facoltà di Scienze della Formazione Primaria e Direttore scientifico del Museo del Giocattolo di Napoli, durante l’apertura della mostra: “La storia del giocattolo è aneddotica, costume e persino filosofia di vita: con il gioco ci interroghiamo su chi siamo e su ciò che vogliamo essere, sul nostro modo di rapportarci con la realtà. Il gioco diventa una risposta alla rozzezza e alla violenza. Anche in Università si nota che gli studenti iniziano lo studio della storia del giocattolo per curiosità, ma poi finiscono per esserne affascinati, completamente catturati”.

La mostra è parte integrante del progetto “‘900 Carnet Canavese – Musica, Lettere, Architettura”, sostenuto dalla Compagnia di San Paolo, finalizzato a valorizzare il territorio canavesano attraverso un’idea guida comune, che tocca anche i vicini comuni di Parella e Colleretto Giacosa.

musica-e-giochi Il visitatore viene accolto dalla sezione “C’era una volta un… rè” splendido lavoro che proviene dal Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia (MUSLI) della Fondazione Tancredi di Barolo di Torino. Tra i materiali dati in prestito dal MUSLI sono visibili alcuni pannelli esplicativi dedicati alle fiabe musicali, i dischi per bambini inglesi ed italiani, il libro sonoro francese “Livres d’images parlantes”, libri tridimensionali e libri teatrino. Dal materiale fornito si evince che la fiaba musicale trae origine dal teatro per ragazzi ottocentesco. Con lo stretto legame tra teatro, canto e gioco, nascono rappresentazioni, pantomime e teatri d’ombra con accompagnamenti musicali. La crescente attenzione all’editoria per ragazzi, tra ‘800 e ‘900, ben si lega anche alla tradizionale teatralità marionettistica. Con gli anni ’20 si fà largo la fiaba poetica e la musica diventa sempre più protagonista.

Il MUSLI rappresenta il punto di arrivo di circa dieci anni di lavoro che hanno condotto la Fondazione Tancredi di Barolo a completare il progetto di Museo della Scuola e del Libro per l’infanzia. Il progetto globale si proponeva di coniugare l’attenzione alle radici storiche “locali” con la storia dell’educazione e dell’editoria per l’infanzia in Piemonte, senza perdere di vista la dimensione internazionale. Il “Percorso Scuola”, entrato a far parte dei Musei dalla Città dal 2006, grazie all’offerta articolata e vincente dei laboratori, ha visto crescere progressivamente l’utenza e ha sempre più operato “in rete” in Italia e all’estero per valorizzare il patrimonio dei materiali didattici. Il “Percorso Libro”, che completa quello esistente, vuol contribuire a dare dignità e visibilità al libro per l’infanzia.

 Il comitato scientifico per la Mostra in corso alla Fan è composto da:

Cristina Ariagno, Direttore della Fondazione Arte Nova, Romano Canavese Vincenzo Capuano, Docente di Storia del giocattolo nel corso di Scienze della Formazione Primaria dell’ Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Direttore scientifico del Museo del Giocattolo di Napoli. M. Grazia Imarisio e Diego Surace, Curatori della mostra Pompeo Vagliani, Presidente della Fondazione Tancredi Barolo – Museo della scuola e del libro per l’infanzia, Torino

Per informazioni chiamare la Fondazione Arte Nova al numero 0125.711298.

 INGRESSO MOSTRA

Apertura mostra dal mercoledì alla domenica dalle 15 alle 19

Biglietto intero € 6,oo; Biglietto ridotto € 4,oo (ragazzi fino a 18 anni, visitatori oltre 65 anni, famiglie, possessori Tessera Abbonamento Musei Torino Piemonte 2015)

GUARDA IL SERVIZIO

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here