CUORGNÈ – Mercoledì 16 aprile, alle Scuole Medie “G.Cena”di Cuorgnè le classi terze hanno avuto l’occasione di incontrare e conoscere da vicino il Taekwondo, meglio conosciuta come l’arte di tirare i calci in volo.

Millenaria arte marziale coreana il Taekwondo è anche disciplina olimpica nel suo aspetto più sportivo, quello del combattimento, nel quale l’Italia è sul tetto cuorgne-taekwondodel mondo avendo vinto con Carlo Molfetta la medaglia d’oro alle olimpiadi di Londra nel 2012. Il cuorgnatese Francesco Sozzi, Maestro e cintura nera terzo dan, dopo brevi cenni sulla storia del Taekwondo ha saputo riassumere e spiegare, in un’ora di lezione, i principi che distinguono le arti marziali dallo sport in genere richiamando l’attenzione in particolar modo ai 5 fondamenti che le caratterizzano: Cortesia, Integrità, Perseveranza, Autocontrollo e Spirito Indomito.

L’animo nobile di un “guerriero” chiamato al combattimento si costruisce con un comportamento educato e agendo con giustizia e sincerità (Cortesia), con la volontà di migliorarsi sempre per proseguire su un giusto cammino (Integrità), con determinazione nel raggiungere i propri obiettivi e non cedere nei momenti di difficoltà (Perseveranza), con la capacità di gestire le proprie emozioni e azioni soprattutto quando si è messi alla prova (Autocontrollo) e infine si costruisce con l’entusiasmo che spinge ad affrontare con coraggio i problemi quotidiani, qualsiasi essi siano (Spirito Indomito).

Questi 5 principi, base della disciplina marziale, sono risultati avvincenti e ancora più concreti durante la visione e spiegazione dei video proposti, in cui i ragazzi hanno potuto capirne il senso vedendoli applicati sia durante il combattimento, che del Taekwondo ne rappresenta l’aspetto più sportivo, sia durante l’esecuzione delle Forme, che invece ne rappresentano l’aspetto più Tradizionale. “I ragazzi hanno seguito con entusiasmo e attenzione questa lezione un po’ fuori dagli schemi.

Questa è stata solo la prima parte, quella teorica, della presentazione programmata con gli insegnanti dell’Istituto Merlo e Franzino.

“La Scuola è il miglior luogo dove promuovere attività sportive – afferma il Consigliere Davide Pieruccini – e la disponibilità,e la collaborazione tra varie Associazioni del territorio, permette ai Ragazzi Cuorgnatesi di crescere imparando a conoscere realtà sportive meno popolari,ma di forte impatto culturale”.

L’ora si è conclusa invitando tutti i ragazzi e le ragazze tra i 13 e i 18 anni, interessati a provare da vicino il Taekwondo, per sabato 18 aprile dalle 15.00 alle 16.30 presso la palestra New Gym Tonic di Rivarolo Canavese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here