OGLIANICO – Tornano le Idi di Maggio, Rievocazione Storica Medievale giunta alla 35^ edizione.

Idi-2014
Idi di maggio 2014

Un’evento sentito, avvolto nell’atmosfera medievale della sua Torre porta del XIV secolo.

Giunta alla 35^ edizione, la Rievocazione Storica di Oglianico è più viva che mai: sulla scia della tradizione e nel segno della novità.

Si partirà sabato 18 aprile con la Presentazione: alle 14.30 la “messa a dimora de lo maggio” (verrà piantata, come da tradizione, una betulla simbolo della primavera e della festa presso la Scuola Elementare). A seguire, esposizione dell’opera in ceramica degli allievi dell’Istituto Comprensivo  “G.Vidari” di Favria, “Danze e racconti medievali” a cura degli alunni della Scuola Primaria di Torre – Bairo, “Percorsi di vita. Luoghi e volti”, inaugurazione della Mostra di Pittura di Anna e Maurizio Braghiroli, e presentazione del libro “Il vino, filosofia del territorio”: Origine e storia dell’enologia in Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria di Maurizio Braghiroli.

Quindi, per augurare la buona riuscita delle Idi, l’Abbadia de’ Compagni curerà l’ Cena d’auspicio, a partire dalle 19.30, per la quale è gradita la prenotazione.

La Rievocazione vera e propria inizierà come tradizione il 1 maggio con il Calendimaggio: è in questa occasione che verranno eletti il Console e gli altri personaggi storici, come indicano gli Statuti della comunità oglianicese. Dalle 14 Vivat Savoia et populus le “Grida nei Rioni” e la “posa del Maggio”. A seguire: i Rioni in festa per le vie e piazze del borgo dove gli sbandieratori del gruppo storico si esibiranno nel Torneo della bandiera. Dalle 19 grandiosa merenda sinoira. Alle 21 in Piazza Ricetti “Fin che peste non ci separi”, teatro popolare interpretato dalle genti dei Ricetti.

Visto il successo che ha riscosso nelle passate edizioni, verrà riproposto anche quest’anno Maggiando, sabato 2 dalle ore 19: per le strade e le piazze si allestiranno taverne all’aperto per un convivio di festa al suono della musica tradizionale folk occitana de “Li Barmenk”.

Da non perdere è la Cena Medievale, alla tavola del Console, venerdì 8 maggio: antichi sapori in piatti di coccio e lume di candela, serviti in costume con musici, giocolieri e danzatrici. Per partecipare è necessaria la prenotazione al numero tel/fax 0124.349480 – cell. 3480719794, e-mail info@prolocooglianico.it    www.prolocooglianico.it .

Sabato 9 maggio sarà riproposto Receptum: dalle 19 sarà allestito un vero e proprio viaggio nel tempo. La luce delle fiaccole, le musiche e i profumi delle taverne renderanno l’atmosfera unica. Infatti per rendere più efficace il “ritorno al medioevo” tutti coloro che vorranno accedere al Recetto, ala Piazza e alle vie limitrofe dovranno essere vestiti in costume medievale, chi ne sarà sprovvisto dovrà passare dal vestibolo dove abili sarte provvederanno alla mancanza: ognuno sarà parte della festa!

L’apice si raggiungerà domenica 11 con le Idi di Maggio: la sagra medievale che per tutta la giornata trasformerà le vie del paese in un borgo antico, con musiche, balli, giocolieri, saltimbanchi e il mercatino medievale. Grande attenzione verrà data per il 2° “Torneo di cucina medievale, MESSER CHEF”: gli aspiranti cuochi dovranno cimentarsi nella preparazione di prelibati pietanze con gli ingredienti e gli attrezzi di un tempo. Il regolamento del torneo sarà pubblicato a breve sul sito della proloco.

Dalle 19 riaprirà la Locanda dei Ricetti, per rifocillarsi aspettando lo spettacolo della sera (ore 21.30) della compagnia INDACO CIRCUS e l’atto conclusivo della festa: la calata del maggio.

E allora: “Vivat Savoia et populus! Vivat vivat vivat!”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here