ALESSANDRIA – Ha ucciso la compagna nel loro appartamento, ad Alessandria, poi si è recato in auto a Ventimiglia, dove ha ucciso un’altra donna.Pescara: logo Carabinieri per il bicentenario

E’ avvolto nel mistero il duplice delitto avvenuto nelle scorse ore tra Piemonte e Liguria e che si è concluso con il suicidio dell’assassino, un italiano.

In queste ore gli agenti della Squadra Mobile di Alessandria, diretti da Mario Paternoster, stanno cercando di ricostruire l’intricata dinamica del duplice omicidio.

Il primo delitto in via Pascoli, nel quartiere Cristo di Alessandria. Il secondo a Ventimiglia, in Liguria, dove l’uomo sarebbe arrivato dopo avere noleggiato un auto.

AGGIORNAMENTO – E’ morto carbonizzato sull’ autostrada A10, in quello che gli investigatori definiscono un “incidente anomalo”, l’ex poliziotto di 60 anni che ha ucciso nel suo appartamento di Alessandria la compagna cubana di 52 anni.

A bordo dell’auto in fiamme è morta anche una sua conoscente di 47 anni. Secondo quanto appreso l’uomo, 60 anni, era in pensione dal 2003. Abitava solo nell’appartamento di via Pascoli, nel quartiere Cristo di Alessandria, dove è stata rinvenuta cadavere la donna cubana.

AGGIORNAMENTO – Ripeteva da giorni, ad amici e conoscenti, che doveva morire perché era stato “prescelto”. E che lo avrebbe fatto “in un giorno feriale, non festivo”.

Emergono nuovi e inquietanti particolari dalle indagini della squadra mobile di Alessandria sulla morte di Giancarlo Bossola, l’ex ispettore di polizia morto carbonizzato nel rogo dell’auto in cui ha perso la vita anche la badante dell’anziana madre.

Nel suo appartamento il cadavere di un’altra donna, una cubana di 52 anni, la maga uccisa prima della fuga in Liguria dove ha trovato la morte.

Due le procure al lavoro: quella di Alessandria, dove l’uomo viveva, e quella di Savona, dove è avvenuto il rogo dell’auto sulle cui cause sono in corso gli accertamenti della polizia scientifica. Confermato il movente pseudo-religioso: l’ex poliziotto, rimasto solo per la morte della compagna, si era avvicinato alla Santeria, religione diffusa nel Sudamerica e praticata con la cubana, da lui definita “maga”. Sul cadavere di quest’ultima verrà effettuata domani l’autopsia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here