CERESOLE – A luglio si terrà una manifestazione organizzata dagli Amici del Gran Paradiso e dedicata agli scalatori canavesani.

Quanti sono i canavesani che  hanno raggiunto la vetta del Cervino? È quanto si ripromettono di sapere i promotori dell’incontro del prossimo 12 luglio, sotto le arcate  del PalaMila a cervinoCeresole Reale dal titolo «Dal Gran Paradiso… al Cervino». Spiegano gli organizzatori: «È un modo per celebrare il secolo e mezzo dalla conquista della Gran Becca, anche da una vallata distante dal Breuil come la valle Orco: la giornata è riservata a tutti i canavesani che hanno raggiunto i 4478 metri della vetta conquistata da Whymper il 14 luglio 1865, ma anche agli appassionati di montagna che avranno modo di conoscere meglio una delle vette-simbolo delle nostre Alpi».

È necessario segnalare la data della «conquista» per essere ospiti domenica 12 luglio,a partire dalle ore 11, nella giornata tutta dedicata al Cervino. «Basta scrivere all’indirizzo mail info@granparadiso-amici.it, oppure ad Amici del Gran Paradiso c/o Cà dal Meist, 10080 Ceresole Reale (Torino), indicando il proprio nome e recapito».

Tra gli ospiti d’onore della giornata ci sarà anche Valerio Bertoglio, il guardaparco del Gran Paradiso (in servizio da anni proprio in valle Orco), che il 10 agosto del 1990 salì e scese di corsa il Cervino in 4 ore e 16 minuti, record che rimase per parecchio tempo imbattuto.

È stato invitato alla manifestazione anche il vescovo-alpinista monsignor Luigi Bettazzi, che nel suo curriculum alpinistico di tutto rispetto (favorito anche dal fatto di aver guidato per tanti anni una diocesi alpina come quella di Ivrea), può vantare anche una salita alla Gran Becca, evento che il vescovo emerito ha sempre considerato fra le sue imprese più difficili e rischiose da lui affrontate.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here