sabato 15 Agosto 2020

LEINÌ – “DALLA COSCA ALLA FAIDA”

LEINÌ – Riceviamo dal gruppo di minoranza del M5s e pubblichiamo integralmente

“È triste constatare che non c’è pace per Leini.

Tralasciando i fatti arcinoti che hanno portato allo scioglimento del comune, ci troviamo in una spiacevole situazione di paralisi dovuta a rancori e vendette che animano i componenti della giunta nei confronti di parte dell’opposizione, quella con cui nella precedente legislatura condividevano le battaglie di opposizione.

Dispetti e ripicche indegne di una lista civica che si presentava con un programma di grande respiro per far ripartire il paese (e chi ha assistito agli ultimi consigli comunali sa bene di cosa stiamo parlando).

Scorrendo il vecchio volantino della maggioranza e le sue bonarie quanto utopistiche intenzioni, ci viene naturale farne il confronto ad oggi:

“La nostra amministrazione sarà una casa di vetro dove ognuno sarà libero di guardare e valutare il nostro operato”

Guardate pure, cari leinicesi, i vetri sono specchiati e valutate pure tanto anche le orecchie sono disegnate. Le tanto sbandierate commissioni ancora latitano. Convocare un consiglio comunale alle 8,30 del mattino di martedì inoltre fa pensare: sarà anche di vetro ma a quell’ora chi può esserci a guardare?

“Vogliamo dialogo e confronto con tutti”

Purché in quel “tutti” siano compresi solo quelli d’accordo con noi. Male che vada facciamo saltare i consigli comunali e bocciamo anche le più ragionevoli proposte dell’opposizione.

“Saremo pronti a recepire e votare tutte le proposte di buon senso indicate dall’opposizione”

Se non fosse che poi lontano dalle luci del circo mediatico, viene fatto noto alle minoranze di non convocare consigli, in quanto “loro lavorano”; le minoranze invece è risaputo che passino le giornate ad oziare sull’amaca, con una bevanda rinfrescante in una mano e le parole crociate nell’altra. Ci pregiamo mettere a conoscenza della maggioranza di una realtà non pronosticabile: dietro ogni mozione, interrogazione o emendamento presentato dall’opposizione, c’è un lavoro impegnativo e dignitoso tanto quanto quello della maggioranza, e perciò meritevole della stessa attenzione.

Per fugare il dubbio che la nostra sia una posizione preconcetta e di parte, segnaliamo anche una cosa di cui dobbiamo dare atto a questa amministrazione: è sommamente differente da tutte quelle che l’hanno preceduta, infatti è decisamente peggio (democraticamente parlando).”

 MoVimento 5 Stelle Leini

regioneaprile
Original Marinescortinamaggio2Locandinabrunasso1NuovaLocandinaPaonessafuorirottaloc1cofer1cortinalocandmaggio2
venariaagostoLocandinaRestatescal
- Advertisement -

Leggi anche..

CANAVESE – Buon Anniversario Claudia e Paolo!

CANAVESE - “Buon anniversario di matrimonio a noi”! Lei, Claudia Cisternino, volontaria al...

RIVAROLO CANAVESE – Auguri ad Eraldo Bausano, Presidente della storica azienda rivarolese

RIVAROLO CANAVESE - Ottant’anni non sono pochi, a maggior ragione se rapportati alla quantità dei traguardi raggiunti.

SAN COLOMBANO – Una cena per salutare un amico che va in pensione

SAN COLOMBANO BELMONTE – È giunto il momento del congedo pensionistico e, dopo 40 anni di lavoro, numerosi autoriparatori hanno voluto...

Il Pensatore – Josefa e l’umanità

Il filosofo francese Jean Paul Sartre scriveva che l’uomo è ciò che sceglie di essere e che in questo consiste la sua condanna alla...

Il Pensatore – Noi e i selvaggi

Ci sono libri che, riletti in età adulta, offrono orizzonti inimmaginabili e che aprono mondi inaspettati. In questi giorni mi sono ritrovato fra le...

Ultime News

CUORGNÈ – Scontro auto e scooter in località Goritti; ferito in modo serio il centauro

CUORGNÈ – Incidente oggi, venerdì 14 agosto, intorno alle 16, in località Goritti a Cuorgnè. A scontrarsi uno...

VALPERGA – Teme che sia il morso di un insetto velenoso, invece sono solo graffi di rovi

VALPERGA – Sembrava potesse essere il morso di qualche insetto velenoso, invece erano solo graffi infetti. Questa mattina,...

TORINO – Deteneva armi ed è sospettato di essere un usuraio: arrestato

TORINO - Nella sua abitazione aveva una pistola semiautomatica Herstal cal. 7.65 matr. 676256 (intestata a una persona deceduta nel 2001),...

CASTELLAMONTE – Tentato furto a casa della famiglia Rosboch

CASTELLAMONTE – Ha tentato di rubare nella villa della famiglia Rosboch, conosciuta in città per il tragico omicidio della figlia, Gloria.

TORINO – Senza mascherina e biglietto si rifiuta di scendere dal treno: arrestato

TORINO - Senza mascherina e biglietto si è rifiutato di scendere da un treno regionale e ha iniziato a dare in...
X