PONT – Le guardie zoofile di Fare Ambiente sono riuscite, dopo svariati tentativi, ad avere accesso alla casa situata in borgata Pian Rastello a Pont dove, meno di tre anni fa, sono stati sequestrati 28 cani e 4 gatti in uno stato pietoso.

Nell’abitazione hanno trovano nuovamente diversi animali, ammassati in una stanza, in condizioni igieniche precarie, pieni di pulci e zecche e hanno provveduto al loro allontanamento. galline TG ANIMALI (RID)Sette cani, quattro adulti e tre cuccioli, e quattro gatti. Due della gatte erano incinte e in grave stato di setticemia, tanto che una non è neppure riuscita ad arrivare all’intervento chirurgico che sarebbe servito a rimuovere i cuccioli già morti dentro di lei. L’altra, operata, ce la farà.

I cani, una mamma con tre cuccioli e due maschi adulti sono stati affidati al Canile di Caluso. Come accadde per gli altri 28. “Anche questa volta si è lasciato che questo tizio riempisse la casa di animali – dice Luciano Sardino, responsabile della struttura di Caluso – Chiediamo da anni di intervenire con una ordinanza che non permetta a questa persona di detenere animali, ma le nostre richieste sono sempre state inascoltate”.

Questa storia di crudeltà risale al 2008, quando il 28 dicembre furono già sequestrati diversi animali questo quarantanovenne seguito dai servizi sociali. Il verbale di perquisizione e di sequestro fu convalidato dal pubblico ministero Roberto Ruscello della Procura di Ivrea e nei confronti dell’uomo e della sua compagna scattò una denuncia per maltrattamento di animali. Sono passati 8 anni e con cadenza periodica quella casa si riempie di animali. Cani, gatti, conigli, gallinestipate in gabbiette minuscole tanto da non potersi muovere. Con cadenza periodica alla redazione del Tg Amici Animali di Rete Canvaese, arrivano segnalazioni, ma a causa di cavilli legali nessuno controlla che la situazione non si ripeta, se non quando questa ha già oltrepassato il limite. Ed ogni volta a farne le spese sono animali segregati in spazi angusti e sofferenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here