POLITICA – Riceviamo e pubblichiamo integralmente:bUONANNO EUROPA (RID)

«Una seduta surreale quella del Parlamento Europeo del 25 marzo, a tema i Rom e la lotta alla “zingarofobia” (riporto testualmente). Sino al mio intervento si sono susseguite ininterrotte attestazioni a favore e sostegno di Rom e zingari completamente slegate dalla realtà in cui vive la gente comune. Tutti parlavano di diritti ma nessuno menzionava i doveri di queste persone. La sinistra radical chic e i rappresentanti PD al Parlamento Europeo hanno persino coniato un neologismo, la “zingarofobia”, come se la diffidenza e il giudizio, per la gran parte negativo, su queste persone fosse frutto di una paura immotivata relegata nel campo della casistica psichiatrica più che l’esito della quotidiana condotta di vita di Rom e zingari vari. Nessuno ha ricordato le statistiche giudiziarie e carcerarie che vedono i Rom trai primi posti per violazione di norme penali contro il patrimonio e contro le persone, nessuno ha ricordato l’uso abominevole che gli zingari fanno dei loro figli minori, non certo destinati a scuole o università ma impiegati ogni giorno in attività di accattonaggio e furto. E pensare che tutti gli Stati membri UE hanno firmato convenzioni e dichiarazioni internazionali vincolanti a tutela dei diritti del FANCIULLO, ebbene nei confronti di tutti questi benpensanti ipocriti io rivendico il mio diritto… al FANCULO!!! »

Gianluca BUONANNO

Deputato al Parlamento Europeo

Membro delle Commissioni Industria e Agricoltura

Membro della Delegazione UE-Russia e ACP

GUARDA IL VIDEO

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here