CIRIÈ – È di Ciriè il giovane arrestato quale cellula dell’Isis.

Elvis Elezi, il giovane albanese arrestato nell’inchiesta sulla cellula del terrorismo islamico frequentava un istituto tecnico a Ciriè, dove vive la sua famiglia.

“Sono basita – dice la Preside, Maria Costantino – ho la pelle d’oca. Proprio non me l’aspettavo”terrorismo (Rid)

Il giovane frequentava la 4/a classe del corso di elettronica e “si era inserito perfettamente” all’interno della classe, ricorda la dirigente scolastica. Non frequentava l’ora di religione. “Elvis – aggiunge la preside – é sempre stato un ragazzo volenteroso e non ha mai dato alcun tipo di problema dal punto di vista disciplinare, proprio non mi aspettavo che potesse avere simpatie per l’Isis, non ne ha mai dato alcun segnale”.

Elvis, sembrerebbe l’autore del documento di propaganda dell’Isis, un testo di 64 pagine interamente in italiano, apparso di recente sul web. Il documento si intitola ‘Lo stato islamico, una realtà che ti vorrebbe comunicare”.

L’arresto avvenuto dall’Antiterrorismo della Polizia, è sopraggiunto dopo un lunga indagine. Oltre al ventenne altre due persone sono state arrestate in Albania e perquisizioni nei confronti di alcuni soggetti ritenuti simpatizzanti dell’Isis sono in corso in Lombardia, Piemonte e Toscana.

La cellula, secondo quanto si apprende, era dedita al reclutamento di aspiranti combattenti e al loro instradamento verso le milizie dell’Isis.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here