SAN GIORGIO – Il gruppo di Minoranza si è astenuto dall’approvare il bilancio, ieri sera durante il consiglio comunale.

Un bilancio che “chiedeva” un’approvazione politica, più  di numeri.San Giorgio Consiglio Comunale (RID)

Dopo aver spiegato tutte le voci, il Sindaco Andrea Zanusso ha sottolineato l’importanza di considerare l’aspetto politico del bilancio stesso.

«Il bilancio chiude a pareggio – ha affermato il primo cittadino – qualsiasi siano i numeri. Ciò che deve prevalere è il messaggio politico di un’amministrazione perché è ciò che fa la differenza tra un governo cittadino e un altro. Ciò che facciamo da amministratori non è un’azione da ragionieri.»

L’amministrazione Zanusso, insediatasi lo scorso anno, ha finora lavorato sul bilancio redatto dall’Amministrazione precedente.

Diversi sono i progetti in cantiere, come la riqualificazione delle scuole. Lavori che potranno essere avviati attraverso i contributi ottenuti con il progetto 6mila Campanili, la Regione e il Salva Italia di Renzi.

Sciolta la convenzione con San Giusto per quanto concerne l’impianto semaforico vista red situato all’incrocio con via San Giusto: d’ora in avanti ad incassare sarà San Giorgio. Un altro semaforo vista red verrà posizionato all’incrocio con la strada che va a Ciconio. In previsione anche una revisione della viabilità sulla strada per Ozegna.

«Il primo obiettivo è progettare – ha proseguito Zanusso – stiamo programmando un anno di amministrazione; si tratta di un grosso passaggio politico. Da adesso i progetti nei cassetti ci saranno. La cosa che più mi ha rammaricato è stato di vedere che l’altra amministrazione non ha fatto progetti concreti. Si possono fare cose a costo zero con ricerche, domande e duro lavoro. Questa azione politica, non sarà di cementificazione – ha concluso – ci esporremo sul sociale, con i Sindacati, faremo manutenzione alle strade, riqualificazione del Museo. Stiamo cercando di fare rete con il territorio; abbiamo chiesto una condivisione con i Comuni circostanti tipo Agliè e Castellamonte; stilato un accordo politico, con un unico slogan per organizzare eventi: la ceramica, una mostra al Castello Ducale di Agliè e la nostra fiera. Essere ricettivi, organizzare iniziative che attirino la gente. La differenza sostanziale – ha concluso il Sindaco – sta nel modo in cui si fanno le cose.»

Il Consigliere di Minoranza Giuseppe Peila si è detto concorde con il discorso politico pronunciato dal Sindaco, dopodichè, al momento della votazione, l’intera opposizione si è astenuta.

GUARDA IL SERVIZIO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here