IVREA – Vogliono far conoscere il loro pensiero, circa l’annosa situazione in cui versa il CIC, i 136 dipendenti.

cicRibadire la loro professionalità nell’erogare servizi, i cui fruitori sono i cittadini e aziende pubbliche (ASL, Comuni, Consorzi socio-assistenziali), e affermano con giusta determinazione che cercheranno con ogni legittimo mezzo di salvaguardare il loro posto di lavoro.

I Lavoratori del CIC riuniti in assemblea hanno sospeso l’attività lavorativa per un’ora ed hanno condiviso il seguente comunicato:

“Riteniamo che il nostro lavoro eroghi servizi indispensabili per le loro caratteristiche. Da trent’anni svolgiamo attività di supporto per la Sanità e per gli enti pubblici del Canavese e del Piemonte, con professionalità e dedizione, tanto da investire le nostre 13esime e 14esime per il proseguo delle attività verso i nostri soci.

Pensiamo che la politica, in tutte le sue sfaccettature abbia la responsabilità dell’attuale situazione. Chiediamo agli organi di stampa di ascoltare la nostra voce e di non descriverei come “un carrozzone”, “un poltronificio” o “uno stipendificio”. Sono termini che non ci rappresentano e che offendono la nostra professionalità.

Ribadiamo la nostra intenzione di contrastare con tutti i mezzi legittimi e consentiti dalla legge la chiusura anche parziale del ClC. Richiamiamo tutte le istituzioni alle loro responsabilità e i nostri soci/enti ad esprimerci il loro sostegno.”

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here