FAVRIA – Lettera aperta di Giorgio Cortese al Sindaco e a tutti i cittadini.

GIORGIO-CORTESE Egregio Signor Sindaco e cari concittadini, nell’antichità gli imbianchini e i segantini, ovvero coloro che dipingevano i muri degli edifici e che segavano i tronchi degli alberi, erano usi “ batter la corda” sui muri e sul legno, ovvero trattenevano su queste superfici un filo bagnato nella vernice colorata per poi lasciarlo andare di colpo, così da fargli disegnare una sorta di impronta indispensabile per avere il tracciato da segare o da imbiancare senza possibilità di errori. Da qui l’origine del modo di dire “per filo e per segno “, espressione che continua a essere utilizzata ogniqualvolta si intenda qualcosa fatto con ordine e in modo esatto e preciso, proprio.

Ho iniziato questa mia lettera con questo modo di dire, perché qualcuno dovrebbe spiegarmi una cosa che mi lascia fortemente perplesso, dei concittadini mi hanno riferito che nella piazza principale passa il vigile dalle 11,40 alle 12,20, e mi viene proprio da domandarmi che cosa controlla a quell’ora visto che il disco orario giustamente è sospeso dalle 12 alle 15, mi sembra un inutile dispendio di energie e di risorse umane male utilizzate! Ma se parliamo di risorse umane di denari, che poi sono i nostri, dalla mia misera e umile visone, l’Ente che Lei ha l’onere o l’onore di guidare non può solo dire che ha solo di mancanza di risorse, ma come cittadino, e questo ci riguarda tutti, di come le risorse di tutti noi contribuenti che versiamo vengono utilizzate dall’Ente che Lei guida.

Le chiedo pertanto che renda accessibile sul sito Comunale, per una chiara trasparenza l’elenco dei mandati di pagamento del 2014 e anche l’elenco delle eventuali fatture da pagare al 31.12.2014. Di rendere pubblico sempre sull’albo pretorio del sito Comunale le Associazioni che utilizzano gli edifici comunali, gli affitti che pagano come canone di locazione o altri eventuali costi sostenuti per la gestione di detti locali, insomma di pubblicare il tutto, perché se il Comune è la casa di tutti noi cittadini favriesi, dobbiamo sapere come viene utilizzato il denaro che versiamo e a chi diamo in utilizzo i locali. Signor Sindaco, una risposta favorevole sarebbe il segno concreto di una volontà politica chiara e di una assunzione di responsabilità.

Questa mi richiesta se assecondata sarà qualificante per Lei e per la Giunta che rappresenta. Certo potrà ignorare la mia richiesta ed evitare di renderla pubblica quanto richiesto, ma tale suo atteggiamento sarà giudicato non solo dal sottoscritto ma da tutti i concittadini elettori come mancanza di trasparenza e di democrazia.

La ringrazio del tempo che mi ha voluto dedicare e le auguro buon fruttuoso lavoro nell’incarico istituzionale che Lei svolge. Con Viva cordialità.

Giorgio Cortese

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.