SPORT – I Campionati italiani di cross master che si sono tenuti questa mattina al Parco della Pellerina, sono stati premiati a pieni voti per l’organizzazione, la logistica e la puntualità delle partenze.IMG_0110 (Rid)

La macchina organizzativa coordinata dal GSPT ’75 e gli Amici della Pellerina ha gestito gli oltre 1500 podisti al via, dando vita ad una rassegna tricolore molto agonistica con 9 partenze piuttosto affollate e la presenza di oltre 50 giudici Fidal.

La Cambiaso Risso di Genova ha fatto incetta di titoli, sia a livello individuale, che societario.

In campo femminile, l’unico risultato torinese arriva da Nadia Dal Ben (Tranese) terza nella categoria SF60.

E’ andata decisamente meglio nelle categorie maschili. Nella categoria M45 la prima parte della gara ha visto il dominio della coppia Valerio Brignone (Cambiaso Risso) e l’atleta del Cus Nicola Ciavarella. Ma al secondo giro il genovese ha incrementato il ritmo e per il cussino affetto da un piccolo infortunio, non c’è stato nulla da fare. Sono arrivati nell’ordine Brignone, Alessandro Di Priamo (Ostia) e terzo posto per Ciavarella.

Ancora un cussino è andato a vincere la categoria SM40, che ha visto al via 158 partenti. Al primo giro si presentano in 8 al comando con Roberto Catalano all’inseguimento, che tallona il secondo arrivato Graziano Zugnoni. Dopo aver conquistato il titolo di categoria su strada, Catalano va ad agguantare il podio con una volata finale.

L’ultimo titolo è arrivato dai master35, competizione più agguerrita. Il marocchino Youssef Sbaai della Tranese con una gara regolare chiude la giornata e il podio, seguito da Gianluca Borghesi (Imola Avis) e Tommaso Vaccina del Cambiaso Risso.

In campo societario conquista il tricolore femminile la Road Runners di Milano e per gli uomini la Cambiaso Risso di Genova, per le torinesi sesta posizione per la Tranese e settima la Borgaretto ’75, che risulta anche la piemontese più numerosa con 63 iscritti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here