venerdì 23 Aprile 2021

LIBRI – LA FONDAZIONE ASTRONOMICA DI AUGUSTA PRAETORIA

LIBRI – E’ nella data del «compleanno astronomico» di Aosta che Guido Cossard ha pubblicato «La fondazione astronomica di Augusta Praetoria», l’e-book che ripercorre il momento della nascita della città per mano dei romani, che ne fecero un luogo centrale nel loro progetto di dominio dei due lati dell’arco alpino.

Pubblicato da Musumeci Editore, il libro è realizzato unicamente in formato elettronico ed è stato messo in vendita a partire dalla mezzanotte tra il 22 e il 23 dicembre 2014. La data del 23 dicembre non è casuale, ma corrisponde esattamente al momento del rituale che ha accompagnato la fondazione della città romana, nell’anno 25 avanti Cristo.

Guido Cossard, che ha già pubblicato numerosi studi di archeoastronomia legati alla realtà valdostana e non solo, in questo libro racconta secondo quale criteri i latini progettarono la città: seguendo le indicazioni dei gromatici (o «agrimensori»), i fondatori individuarono le linee sulle quali sviluppare il tessuto urbano, adattando un modello cittadino ormai molto perfezionato alla morfologia dell’area scelta per l’insediamento.

«I romani – spiega l’autore – avevano tradizioni complesse, che spesso erano trasformazioni di pratiche etrusche. L’anno della fondazione della città è un evento di cui abbiamo documentazione storica, e possiamo immaginare il rituale che ha realmente accompagnato quel momento. Un aratro trainato da un toro e una vacca bianchi tracciava la linea delle mura, che seguiva una direzione precisa e che nella grande maggioranza dei casi aveva come riferimento il Nord. I romani in Valle d’Aosta fecero i conti con la presenza delle montagne e scelsero di allineare il muro orientale con il punto dove il sole sorge nel solstizio d’inverno. Data che era, nel 25 avanti Cristo, il 23 dicembre».

Il libro è in vendita in formato elettronico a 1,99€ sul sito www.musumecieditore.it.

Leggi anche...

spot_img