sabato 10 Aprile 2021

IVREA – Il territorio al centro dell’incontro in Confindustria

IVREA – Venerdì 6 marzo 2015 si svolgerà presso Confindustria Canavese una giornata di confronto e sensibilizzazione su alcuni dei temi prioritari per il territorio.

Confindustria Canavese, congiuntamente all’onorevole Francesca Bonomo (componente della Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera dei deputati) ha, infatti, organizzato un incontro con Francesco Balocco (assessore regionale a Trasporti, Infrastrutture, Opere pubbliche e Difesa del suolo) e con Antonella Parigi (assessore alla cultura e turismo della Regione Piemonte) con l’obiettivo di prendere in esame, insieme con alcuni rappresentanti del mondo politico ed economico canavesano, alcune tematiche il cui sviluppo risulta fondamentale per restituire competitività al Canavese.

Prima di tutto si affronterà una delle questioni forse più delicate e rilevanti, quella delle infrastrutture.

“I problemi legati alle infrastrutture in Canavese sono e restano molti e sono un vero e proprio limite alla crescita della nostra area. – Dichiara Fabrizio Gea, presidente di Confindustria Canavese – Sappiamo che si tratta quasi sempre di problemi la cui soluzione richiede notevoli sforzi economici e un duro lavoro sinergico tra Enti diversi per il conseguimento di obiettivi comuni. Il nostro fine è quello di fungere da driver di sistema per arrivare a mettere in atto soluzioni concrete e tangibili per migliorare la dotazione infrastrutturale complessiva del nostro territorio indispensabile per il suo tessuto economico e sociale. Regione e Provincia hanno fatto consistenti investimenti economici per migliorare e rendere efficiente la rete dei servizi, proponendo e sviluppando progetti importanti e fondamentali per lo sviluppo della nostra area, ma molto deve essere ancora fatto: questa la ragione che ci ha spinti a convocare l’’incontro. Migliorare la viabilità è un imperativo se si vuole facilitare la mobilità di persone, beni e servizi, con conseguente abbattimento di tempi e costi di trasporto, favorendo la produttività e competitività delle imprese. Gli interventi necessari a migliorare le infrastrutture sono molti e tra di essi esistono alcune priorità: tra queste sicuramente l’ammodernamento della linea ferroviaria Chivasso-Ivrea-Aosta, l’elettrificazione della tratta ferroviaria Rivarolo-Pont Canavese e gli interventi sulla SS 460 con particolare attenzione alla variante Front-Rivarossa.”

Durante la riunione il Presidente di Confindustria Canavese, una rappresentanza di aziende del territorio, il presidente dell’UNISA (Unione Nazionale Italiana Stampatori Acciaio) Andrea Massucco, il presidente della ASCO (Associazione Sviluppo Canavese Occidentale) Maurizio Giacoletto, i sindaci delle aree interessate insieme con altri rappresentanti di Enti e Istituzioni locali discuteranno delle problematiche legate a questi temi che richiedono interventi urgenti e indispensabili.

“Spero che questa iniziativa possa consentire all’Amministrazione Regionale, confrontandosi con quelle Locali e con le Rappresentanze imprenditoriali oltre che politiche, di focalizzare quali siano le priorità di un territorio, quello del Canadese, che per molti anni è stato la locomotiva produttiva del nord ovest italiano e ancora oggi in alcuni comparti, come quello dello stampaggio, rappresenta il 50% della Produzione italiana. – Aggiunge l’on. Francesca Bonomia – Oggi poi ci sono importanti segnali di ripresa e il Canadese può sicuramente tornare in corsa e trainare tutta la città Metropolitana, ma fondamentale è l’intervento delle Istituzioni per garantire i servizi talora essenziali. Non è pensabile, infatti, che i tir che vogliono raggiungere le imprese del nostro territorio debbano rischiare di bloccarsi tra le nostre case oppure che l’alta tecnologia delle aziende di meccanica di precisione o di meccatronica debba scontrarsi con una connessione lenta perché non c’è banda larga su tutto il territorio. Non è poi pensabile che per attraversare il territorio dell’alto Canavese per mezzo della rete ferroviaria ci si metta più di due ore, sempre che vada bene. Sono convinta, inoltre, che il Canavese sia anche Turismo e che Expo 2015 e l’Esposizione della Sacra Sindone rappresentino un’opportunità da non perdere per far conoscere il nostro territorio in Italia e all’Estero creando proposte attrattive durature nel tempo. Molte sono le soluzioni per il rilancio del Canavese: dobbiamo solamente sforzarci tutti insieme e sinergicamente per trovarle!”.

 

L’incontro di lunedì 6 marzo, infatti, vuole anche essere un’importante occasione per affrontare, insieme con l’assessore Antonella Parigi, un altro tema rilevante per lo sviluppo del nostro territorio: il turismo, un settore che sta diventando sempre più strategico per la nostra area. A pochi mesi dall’apertura dell’Esposizione Universale diventa fondamentale un impegno da parte di tutti coloro i quali operano nel settore per riuscire a cogliere questa importante opportunità: Expo 2015 può rappresentare una straordinaria vetrina anche per il nostro territorio, un’occasione unica in termini di visibilità che consentirà di fare conoscere la ricchezza e la varietà di suggestioni artistiche, culturali, paesaggistiche ed enogastronomiche di cui è dotato il Canavese.

 

Confindustria Canavese ha voluto riunire le rappresentanze economiche del territorio e il tavolo di lavoro permanente sul turismo con l’obiettivo di fare sistema, dando cioè vita a una forte collaborazione tra tutti i soggetti che possono contribuire al processo di costruzione, comunicazione e vendita del Canavese. La riunione sarà incentrata sul ruolo della Regione Piemonte dentro e fuori Expo 2015; si parlerà, inoltre, delle opportunità offerte al Canavese presso lo stand della Regione e anche dei collegamenti, nel periodo dell’Esposizione, con Torino Città Metropolitana.

 

Tanti quindi i temi che verranno affrontati nel corso della giornata: pur essendo diversi tra loro presentano però elementi in comune ovvero la crescita e il miglioramento del Canavese. Spiega Fabrizio Gea: “Con questo appuntamento Confindustria Canavese continua il suo impegno e la sua forte volontà e determinazione nel portare avanti, nei settori strategici, azioni concrete di sistema tra gli stakeholder del territorio che consentano la realizzazione di quei progetti e quelle opere indispensabili per lo sviluppo del nostro sistema economico e sociale”.

 

 

Leggi anche...

spot_img