martedì 20 Aprile 2021

TORINO – MEDICO SI FINGE PARAPLEGICO, ARRESTATO (AGGIORNATO)

TORINO – Un medico anestesista iraniano di 56 anni si è finto paraplegico su una sedia a rotelle per percepire un maxi risarcimento di 1,2 milioni di euro e pensioni vitalizie Inps-Inail per circa 5.000 euro al mese.

L’uomo è stato arrestato dai carabinieri del Nas di Torino, in esecuzione di ordinanza cautelare emessa dal pm Antonio Rinaudo.

I Carabinieri hanno accertato che il medico nel 2012 aveva simulato una caduta dalle scale dell’ospedale dove lavorava, accusando una diminuzione della sensibilità agli arti inferiori ed al braccio destro, nonché la perdita della vista all’occhio destro ed un acuto dolore alla colonna vertebrale che lo costringeva a muoversi su una sedia a rotelle.

I controlli dei carabinieri hanno però dimostrato che gli esami clinici non giustificavano affatto i sintomi dichiarati dal truffatore, non vi erano lesioni visibili alla colonna vertebrale, il tono muscolare non era in alcun modo decaduto e il falso invalido conduceva una vita assolutamente normale: si recava al bar con gli amici, trasportava pesi anche consistenti, si occupava dei lavori di ristrutturazione della propria villa, spingeva il carrello del supermercato, caricava un sacco di cemento sul baule dell’auto che guidava regolarmente, si muoveva sempre con passo sicuro ed agile, salvo poi farsi accompagnare da un fidato complice quando si doveva recare a visita medicolegale.

Il medico è stato condotto dai Carabinieri al carcere delle Vallette.

AGGIORNAMENTO – Ha anche inscenato un tentativo di suicidio il medico iraniano arrestato dai carabinieri del Nas di Torino per essersi finto paraplegico dopo un incidente sul lavoro, probabilmente anche questo organizzato appositamente. L’uomo, 56 anni, ha infatti ingerito dei barbiturici ma, essendo un anestesista, era a conoscenza della dose che avrebbe potuto essere letale. E’ stato arrestato su ordine di custodia cautelare del gip Agostino Pasquariello all’ospedale Giovanni Bosco, dove era stato ricoverato nel reparto di psichiatria.

Il medico, che lavorava all’ospedale Molinette dal 2005, aveva avuto l’incidente nel settembre 2012. Qualche giorno prima si era recato all’Istituto di medicina sportiva di Torino e si era fatto certificare la perfetta idoneità fisica. Dopo l’incidente aveva percepito un risarcimento di 350mila euro da un’assicurazione. Circa 100 mila erano poi stati girati a un italiano suo complice, che lo accompagnava in sedia a rotelle, e che ora è stato denunciato a piede libero.

L’indagine è scattata dopo la denuncia del direttore generale dell’azienda ospedaliera Città della Salute di Torino, Gian Paolo Zanetta. I filmati lo hanno immortalato mentre camminava, spostava pesi con il braccio che avrebbe dovuto essere paralizzato, fino a fare “scatti repentini e corse veloci”, come scrive il gip nell’ordine di custodia cautelare. E’ ora detenuto nel carcere di Torino.

Leggi anche...

spot_img